Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Raponi, provenienza: Italia

Titolo: Nobili - Signori
Araldica della famiglia: Raponi
Corona nobiliare Raponi
La famiglia di Modena che una tradizione orale trasmessa di padre in figli fa discendere dalla celebre famiglia omonima di Firenze, salì in fama per merito del dottore Gaetano, il quale percorse una luminosa carriera cominciando nelle giudicature per giungere all'alto grado di intimo consigliere segretario di Stato e ministro di S.A. Ser.ma Francesco III duca di Modena. Il 9 dicembre 1765 i Conservatori della città di Modena, per acclamazione, conferivano all'illustre concittadino l'onore del patriziato e ne ordinavano l'iscrizione, unitamente alla famiglia e discendenza maschile in perpetuo, al Libro d'oro. Il 6 novembre 1779 gli anziani di Reggio... Continua
concedevano allo stesso e ai suoi discendenti maschi in perpetuo la cittadinanza nobile. Con deliberazione 1 marzo 1816 del Tribunale Araldico modenese Pietro e Luigi e loro discendenza maschile venivano inscritti al Libro d'oro di Modena, e pochi anni dopo, il 18 gennaio 1819, gli stessi e i loro fratelli cav. Giuseppe e Filippo e discendenti maschi ottenevano la loro inscrizione nell'elenco dei nobili di Reggio dai Conservatori di quella città. Altro ramo. Originaria di Firenze, si stabilì in Pinerolo nel 1306, e fu investita della signoria di Fiano presso Torino. Giovanni, esimio dottor di legge; Moretto uno dei deputati del patrio Comune per impetrare l'anno 1310 la conferma dei privilegi dal Principe d'Acaia; Guglielmo nel 1384 abate del Villare di San Costanzo.
Compra un documento araldico su Raponi

Stemma della famiglia: Raponi

Stemma  della famiglia Raponi

Blasone della famiglia

Trinciato: di argento e d'azzurro al leone dell'uno all'altro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome