Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Raputo, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Duchi - Patrizi - Principi
Araldica della famiglia: Raputo
Corona nobiliare Raputo
Questa famiglia ebbe origine da Corrado Raputo, Principe di Antiochia della casa Hohenstaffen, Vicario Generale dell'Isola di Sicilia. Egli era nipote dell'Imperatore Federico II. Da questo Corrado fu pure originata la famiglia Antiochia. Ha goduto nobiltà nelle città di Napoli ai seggi di Nido, Montagna, Portanova e Porto Catanzaro, Cosenza, Tropea, al seggio di Porto Ercole, Imola, Narni, Foligno, Venosa, Eboli, Massalubrense, Altamura e Venezia. I Raputo di Napoli, Cosenza e Tropea sono di uno stipite. Barnaba Raputo portò la sua famiglia in Tropea nel 1400. Si vedono Monumenti di essa in Napoli nelle Chiese di S. Lorenzo, S. Pietro... Continua
martire, S. Severino e S. Maria Ognibene. Il ramo dei Raputo Marchesi di Petrella, si estinse nella famiglia Rorhlac. Pietro venne decorato del cingolo militare dal re Carlo I d'Angiò. Lorenzo fu giustiziere di Terra di Lavoro nel 1290; Carlo e Luigi, marescialli il primo nel 1384 ed il secondo nel 1393. Molti di questa famiglia a motivo delle rivalità sorte con altre dei diversi seggi, furono posti a bando della capitale e costretti a trovar rifugio in altre città del regno. Sorse così, fra gli altri, il ramo dei Raputo di Cosenza, decorato nel 1724 del titolo di duca, ricevuto per giustizia nell'ordine di Malta, e dichiarato in seguito ammissibile nelle RR. Guardie del Corpo. Rappresentata la famiglia Raputo di Coseulla, e della sua origine e degli uomini che la resero illustre, fra cui primeggia un Pietro decorato dell'aureo cingolo militare.Il ramo dei Raputo Marchesi di Cerveto si estinse in due femmine, la prima delle quali entrò nella famiglia Palamolla. La famiglia ebbe 15 feudi, il contado di Montefortino, 2 marchesati, il ducato di Turano e il principato di Calopezzati. Tra i componenti più illustri di questa famiglia si ricordano Francesco e Sergio Raputo, che prestarono danari a re Carlo I d'Angiò, Gualtiero che fu sindaco di Napoli in tempo di re Carlo I d'Angiò. Pietro Paolo fu Governatore di Foligno, Imola e Narni nel 1629. Per il suo buon governo fu dai nobili di quelle città aggregato al loro ceto. (fonti complete MEMORIE FAM. NOB. MERIDIONALI V.1-2).

Compra un documento araldico su Raputo

Stemma della famiglia: Raputo

Stemma  della famiglia Raputo

Blasone della famiglia

Troncato di rosso e di azzurro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome