Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Rella, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Rella
Corona nobiliare Rella
Nobile ed assai antico casato trentino, originariamente detto Schir di Serrada, propagatosi, nel corso dei secoli, in diverse regioni europee. La tradizione vuole che i Rella siano originari dell'Andalusia, ove dovevano essere inseriti tra i "nobili moreschi". Tuttavia, quando vi fu la Reconquista cattolica, nel 1492, a causa della loro fede cattolica e del loro sangue moresco, gli Schir di Moresco furono costretti ad abbandonare la terra natia, trovando rifugio in Venezia; ove, d'altronde, furono accolti molti "fuggiaschi spagnoli". L'attuale cognominizzazione si sarebbe originata con "Domenico Schir da Serrada Rohela" (1390-1480). Costui, infatti, prese il nome dal cimbrico "Rohela", derivante... Continua
dal germanico "Ruhe" (= riposo, calma). La sua discendenza, poi, tenne costantemente il cognome "Rohela", che, però, dopo alcuni anni, si modificò, per facilità, in "Rella". Un ulteriore ramo della famiglia, inoltre, si denominò Spilzi. In ogni modo, Antonio Schir, padre del detto Domenico, generò anche Giovanni, il quale diede origine proprio al ramo degli Schir di Serrada. Tal famiglia, inoltre, nel corso dei secoli, sempre riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Leonardo Rohela (1431-1463), figlio del detto Domenico, procuratore di Venezia a Folgaria, durante il dominio e veneziano e sotto il il governo del doge Francesco Foscari, appare indicato come "Duca da Serrada". Un altro Leonardo (1607-1688), godette del titolo di "nobilis espectabilis Domino". Dal 1646 fino alla morte, inoltre, ricoprì la carica di Vicario, ossia di giudice della Comunità. Costui, ebbe per figlio un Dominus Antonio, il quale, nel 1668, sposò una certa Maria Rella-Spilzi. Leonardo, il Vicario, fu uomo autorevole e facoltoso. Nel 1661, d'altronde, fece dono alla comunità ed alla chiesa di Folgaria dell'altare maggiore della chiesa parrocchiale. Su tale altare furono collocati due stemmi e due iscrizioni. L'uno stava, scolpito in legno, sul tabernacolo e rappresentava due corone sovrapposte a cinque punte (campo rosso e corone in oro); l'altro si trovava sulla colonna destra dell'altare ed anch'esso riproduceva due corone sovrapposte, questa volta a tre punte. Vicario di Folgaria fu anche Antonio Rella, nato nel 1722. Nel 1750, prese in moglie Margaretha de Pedersano-Chimelli, ma, nel 1777, fu ucciso da sicari ignoti. Percorrendo l'albero genealogico della famiglia, rinveniamo, nato nel 1787, il "nobile" Giovanni Battista Rella, una Elvira di Rella "Baronin von Troilo-Treuburg" e, nel 1833, il "nobile" Nicamore Rella. Verso la fine del XIX secolo, troviamo anche una "nobile" Ada Rella. La linea austriaca della famiglia, invece, prese origine intorno al 1850 e giunge fino ai giorni nostri. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Compra un documento araldico su Rella

Stemma della famiglia: Rella

Blasone della famiglia

Di rosso alle due corone all'antica di cinque punte poste in palo.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome