Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Ricciati, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Araldica della famiglia: Ricciati
Corona nobiliare Ricciati
Famiglia originaria da S. Mauro di Romagna. Francesco, di Giovanni, sul finire del sec. XVI, trasferì la famiglia a Bordonchio nel Riminese, e Giovanni, suo figlio, prese stabile dimora in Rimini. Questi sposò Francesca Perasti dalla quale nel 1656 nacque Francesco, che fu in Rimini sostituto civile della Cura generale pontificia di Romagna; sposò Giustina Mancini ed ebbe Giovanni Domenico (1682-1752) che da Annunciata Castelli ebbe nove figli, fra i quali Francesco, capostipite del ramo che ottenne la nobiltà riminese, e Filippo Nicola, dal quale discende un ramo tuttora fiorente in Livorno, ma che non gode nobiltà, rappresentato da Ercole,... Continua
n. nel 1903, da Gaetano, di Ercole, di Gaetano, di Filippo Nicola. Il ricordato Francesco (1729-1805) fu dottore di leggi e caustidico di fama. Da Colomba Piccioni ebbe sei figli, fra i quali Nicola (1780-1855), che fu dottore ihn legge e avvocato, giudice di pace in S.Arcangelo, consultore di legazione a Bologna, gonfaloniere in Rimini. Il 22 dicembre 1821 fu aggregato alla nobiltà di Rimini ed il 29 dicembre 1831 ottenne il patriziato di San Marino. Antonio Maria (1766-1833), altro figlio di Francesco, fu al pari del fratello, dottore in legge; il 12 luglio 1818 venne aggregato con i suoi discendenti alla nobiltà di Rimini. Sposò Lucia, del nobile Ettore Ripa, ed ebbe cinque figli, fra i quali Ettore e Franceso Antonio, capostipiti dei due rami superstiti. Morì nel 1855 senza lasciare discendenti. Da Ettore (1794-1858), che fu capitano onorario di Piazza in Rimini nel 1831, vice-console d'Austria e di Toscana, cav. di S. Gregorio Magno, nacque Gomberto (1837-1915), che sposò la cugina Luisa, e da questa unione nacquero i viventi. Gomberto fu cavaliere della Corona d'Italia e coprì in Rimini varie cariche, fra le quali quella di assessore comunale. S.M. il Re, con decreto motuproprio 25 dicembre 1892 gli concesse il titolo di conte con trasmissione primogeniale, ed il cimiero di un'àncora d'argento, trabeata e gomentata d'oro quale segno della gloriosa morte del di lui Carlo che giovanissimo, sottotenente di vascello, sbarcò dalla Regia nave Volta sulle coste del Benadir per affermare il dominio dell'Italia e cadde da eroe in Warshek in un proditorio attacco dei Somali il 24 aprile.

Compra un documento araldico su Ricciati

Stemma della famiglia: Ricciati

Blasone della famiglia

D'oro al castello al naturale torricellato, aperto del campo accompagnato in capo da tre gigli di azzurro posti fra i quattro pendenti di un lambello dello stesso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome