Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Rossodivita, provenienza: Italia

Titolo: Cavalieri
Araldica della famiglia: Rossodivita
Corona nobiliare Rossodivita
Famiglia assai antica ed illustre, originaria delle Puglie, propagatasi, nel corso dei secoli, in Campania, Toscana e Piemonte. La cognominizzazione è anteriore al XVII secolo e dovrebbe derivare da modificazioni, dovute alle solite cause della fonetica storica, del nome Rossomano o Russomano, probabilmente appartenuto al capostipite. Nei ricordi dei tempi andati si leggono alcune varianti di questo cognome, quali Rossomandi, Russomandi, Rossomanni, Rossomando etc., dovute alle solite cause della fonetica storica, della pronuncia dialettale e dal modo di interpretare nella scrittura i cognomi. I nomi dei Rossodivita si trovano prevalentemente ricordati in atti notarili e contratti di vendita di terre... Continua
e case fin da tempi assai remoti, dai quali appare che erano di condizione agiata e nobile. Tra questi ricordiamo un Onorio, capitano del quartiere di Santa Lucia nel XVII secolo; un Giovanni, Uditore generale in Napoli nella prima metà del XVIII secolo; un Augusto, vissuto nella seconda metà del XIX secolo, fu segretario della questura della provincia di Napoli. I cognomi antichi in qualunque modo conservati rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti. Pare siano molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che con tanto decoro sostentano questo così antico e nobile cognome che ha avuto uomini di Consiglio, e altri soggetti illustri.
Compra un documento araldico su Rossodivita

Stemma della famiglia: Rossodivita

Blasone della famiglia

Di rosso al castello di tre torri d'argento.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome