Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origin of last name Rovaglio, country of origin: Italia

Nobility: Conti - Nobili
Heraldrys of family: Rovaglio
Nobility crown Rovaglio Famiglia illustre che si distinse fra le altre della Nobiltà Bresciana. Tralasciando la leggenda, che fiorì pure attorno a questo Casato nei secoli delle genealogie adulatorie, e tutti i nomi che ripetutamente ricoprono nelle cronache dei tempi oscuri e nei documenti il primo dei quali è un istrumento del 16 sett. 1286 ricordante il giuramento di fedeltà fatta dai maggiorenti degli Orzinuovi agli Ambasciatori del Comune di Brescia fra i quali sono menzionati Zavagliano Giovanni e Rodolfino de Provalio (paese della riviera del lago d'Iseo), inizieremo la serie dei nomi della famiglia col nome certo e vicino del capostipite. Esso... To be continued
è Giacomo uomo di leggi, giudice di Collegio e conte Valassino il quale nel 1356 fu eletto, assieme ad altri cittadini eminente, all'incarico della riforma delle leggi. Fu suo figlio Angelino uomo d'armi espertissimo, fedele alla fugace signoria in Brescia di Pandolfo Malatesta il quale, a premiare il Provaglio dei suoi servizi, nel 1411 lo investì del castello di Monticelli sull'Oglio, a guardare del confine Cremonese, con tutti i diritti e giurisdizione ed esenzione di qualunque dazio; feudo che era stato tolto ai Griffi nemici del Malatesta. Figlio di Angelino fu Armando che fu assieme ai suoi figli tra i difensori di Brescia durante l'assedio di Nicolò Picinino nel 1438. Dei suoi eredi Angelino, già morto nel 1469, ebbe quattro figli che si distinsero tutti: Alessandro nel 1500 fu invitato ambasciatore di Brescia alla elevazione di Leonardo a Doge di Venezia e venne creato cavaliere; Teodoro, che durante il terribile assedio dei Francesi alla città di Brescia, nel 1512, cadde combattendo valorosamente sotto gli occhi del fratello capitano Gerolamo, il quale pure compì atti di grande valore, ed infine Scipione che durante una mischia venne fatto prigioniero e potè riscattare la propria libertà pagando una taglia di 4000 ducati. Egli solo rimase superstite vivente sino a tarda età. Venezia per le benemerenze sue e dei suoi fratelli lo creò cavaliere e concedette nel 1524 a lui ed ai suoi nipoti figli di Gerolamo, dei quali era tutore, ampii privilegi ed esenzioni da dazio. Uomo, pio, fondò il Convento di Saiano e morì nel 1534. Dei nove figli maschi di Gerolamo si distinsero per valore e perizia in fatti d'armi, Teodoro, Ottaviano ctista continuò col figlio Mario, capitano di Brescia alla battaglia di Lepanto e nominato cavaliere di S. Marco per il suo valore dal di lui figlio Francesco nacque nel 1633 Giulio il quale per le benemerenze sue e della famiglia, fu nominato dalla Repubblica di Venezia consignore della Meduna, mentre il fratello Ippolito vivendo alla Corte di Carlo Emanuele III, fu nel 1660 creato cavaliere.

Buy a heraldic document on family Rovaglio

Coat of Arms of family: Rovaglio

Blazon of family

Troncato: nel primo d'argento al leone nascente d'azzurro, linguato di rosso e coronato d'oro; nel secondo d'azzurro a tre stelle male ordinate. d'argento.
Buy Coat of Arms of family

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome