Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Saltarelli, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Heráldica da família: Saltarelli
Coroa de nobreza Saltarelli Antica ed assai nobile famiglia di Velletri, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia, soprattutto nel Sud Italia, sin dall'epoca di Federico II. La chiara nobiltà della casata risulta confermata dalla presenza, della sua blasonatura, nella pregevole opera "Il Dizionario storico-blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti", del genealogista Giovan Battista di Crollalanza, pubblicata a Pisa nel 1886 in tre volumi, di oltre 1400 pagine. L'origine di tal cognominizzazione, al dir di autorevoli genealogisti, andrebbe ricercata nel nome e soprannome medioevale "Saltarellus", appartenuto, probabilmente, ad un, oggi ignoto, capostipite. In ogni modo, la famiglia, nel dispiegarsi... Continuadei lustri, sempre è riuscita a produrre una serie di uomini che hanno reso illustre il suo nome, nei pubblici impieghi, nelle professioni liberali ed ecclesiastiche e nel servizio militare. Fra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, contasi: D. Carlo, Canonico e Protonotario Apostolico, vivente in Roma, nel 1534; Cav. Mattia, dottore in "utroque jure", vivente in Rieti, nel 1562; Giuseppe, Alfiere della Santa Romana Chiesa, sotto i vessilli del Generale Jacopo Boncompagni(Bologna, 8 maggio 1548 - Sora, 18 agosto 1612); D. Luigi, nunzio apostolico in Rieti, vivente nel 1611; Cav. Leonardo, notaio della Sacra Rota Romana, vivente nel 1632; Saverio, dottore in Scienze Naturali, vivente nel nel 1651; Cav. Bartolomeo, consigliere del Governatore di Collevecchio, vivente nel 1682; D. Giuliano, teologo e lettor di filosofia, presso varie università, vivente in Bologna, nel 1702; Michele, dell'Ordine dei Predicatori, autore di numerosi saggi, vivente in Norcia, nel 1723; Cav. Maurizio, chiaro giureconsulto, poeta per diletto, vivente in Nepi, nel 1782; Giulio ed Antonio, consiglieri della Repubblica Romana, nel 1849. Altra famiglia. Antico ed assai nobile casato fiorentino, conosciuto come Salterelli o Saltarelli, con residenza in Santa Croce, gonfalone Carro. Appartenne alla famiglia quel Simone Saltarelli, O.P. (Firenze, 1261 – Pisa, 24 settembre 1342), religioso e arcivescovo cattolico, figlio di Guido dei Salterelli e fratello di Lapo, giudice e uomo politico giudicato corrotto da molti suoi contemporanei, tra cui Dante Alighieri che lo cita nella sua Divina Commedia (Pd. XV, 128). I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.
Compre um documento heráldico sobre família Saltarelli

Escudo da família: Saltarelli

Escudo da família Saltarelli

1 Brasão da família Saltarelli

D'azzurro, al monte di tre cime isolato d'oro, cimato da un uccello rivoltato d'argento, ed accompagnato in capo da tre stelle di otto raggi del secondo.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. secondo, pag. 472, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome