Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Salvaggio, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi - Nobili
Araldica della famiglia: Salvaggio
Corona nobiliare Salvaggio Certamente i membri di tale famiglia furono illustri fin dai tempi antichi della Repubblica: nel 1314 poi nel 1335 gli Annalisti li annoverano come grandi di numero e di possanza, come potenti d'amici e di ricchezze avendo deciso col loro intervento imparziale, sebben guelfi, a liberare la patria, dal giogo di re Roberto: così lo storico De Simone in Atti lig. Storia patria, Vol. XIII, fasc. III, pag. 366; "Cronaca di Genova, scritta da Alessandro S.". Pare siano d'origine lombarda e che tre casate collaterali siansi unite in unico cognome: i Porco, gli Streggiaporco, ed i Nenitelli: della prima (v.... ContinuaTavole genealogiche del Belgrano in Atti Soc. lig. Storia patria. Appendice, parte I. vol. II. tav. XLIII): un Porcus, capostipite fu inviato in missione al conte di S. Egidio (1116), Guglielmo, console del comune di Genova intervenne alle convenzioni con Tortona (1146): Ido, suo fratello fu console del comune (1136), così pure Rubaldo (1180,84); Oberto, console dei placiti fece parte di una società che locò alcuni redditi comunali genovesi: Enrico e suo figlio Porco sottoscrissero la pace coi Pisani (1188); Lamberto, con altri, si ribellò al console Filippo di Lamberto, accusato a torto di aver fatto catturare cittadini genovesi da navi di Ruggero Re di Sicilia (1147). Della seconda casata il capostipite Giovanni Boletus clavigero del comune fece innalzare in Genova la chiesa di San Marco al Molo (1173), fu ambasciatore di Sardegna (1191) e suo figlio Onorato sottoscrisse alla pace con Pisa (1188). Enrico Nitelli (Neviltella) con suo fratello Streghiaporco, predetto, sottoscrissero la pace pisana (1188) ed Oliviero Nevitalla segnò come consigliere l'accettazione di patti con Guglielmo re di Sicilia (1157). I Salvago nei secoli XIII e seguenti recano largo contributi alla storia genovese: qui nominiamo soltanto i personaggi più notevoli rimandando, chi voglia conoscere altri di queste famiglie ai volumi manoscritti: Giscardi. "Origine e fasti delle nobile famiglie di Genova". in Biblioteca civica Berio e Federici, Abecedario, in Biblioteca della Missione urbana in Genova. Michele fu podestà di Genova (1278). Enrico ebbe sua nave naufragata in Corsica (1288). Rosso fu podestà di Albenga (1288). Baliano fu capitano di nave (1202), Porchetto, frate certosino, fu amb opere portuali in Genova (1312) Gabriele fu capo di re Carlo di Gerusalemme e di Sicilia (1320).
Compra un documento araldico su Salvaggio

Stemma della famiglia: Salvaggio

Blasone della famiglia

D'oro alla rotella di nero caricata di un leone d'argento, linguato di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome