Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Salvaterri, país de origem: Italia

Nobreza: Nobili
Heráldica da família: Salvaterri
Coroa de nobreza Salvaterri E' famiglia che deve la sua fortuna al traffico, alle imprese bancarie ed ha tradizioni civili anziché militari. Senza dar peso alle favolose origini riferite dal Campana, dal Fagnani e dal Marinoni si può asserire che i D'Adda, usciti dalla popolazione indigena del contado milanese, erano già una potente casata brianzola di parte ghibellina prima che portassero la loro sede in Milano. Trascurando le minori diramazioni di Ginevra, di Savoia, di Francia e di Venezia si può ritenere la famiglia divisa in quattro linee milanesi. Il primo personaggio noto è un Luigi "de Abdua" vivente nel 1363, da cui discende... Continuaper varie generazioni un Bartolino, padre fra gli altri, di Ferdinando (dec. 1567), ambasciatore ducale a Londra ed a Venezia, rettore magnifico dell'Università di Padova, uomo di squisita coltura, epigrafista insigne, un vero figlio della Rinascenza. La sua linea è ora estinta. Ad una seconda linea, quella dei conti di Sale, appartiene Costanzo (dec. 1575), nipote di Bertolino. Militò egli in Germania sotto le bandiere di Carlo V, e, tornato in patria, fu dei XII di Provvisione. Bibliofilo appassionato, con diploma 21 ottobre 1549 fu creato conte di Sale nel pavese. E' pure di questa linea Ferdinando (dec. 1719), cardinale, vescovo di Albano e prefetto della S. Congregazione dei Riti, zio di altro Costanzo (1676-1749), dei XII di Provvisione, uomo erudito, che nel suo palazzo di via dell'Olmetto conservava una raccolta preziosa di medaglie, libri e pitture. Fu questi padre del conte Francesco, vicario di Provvisione e I.R. Ciambellano. Con Maria, figlia di lui, sposa al marchese Orsini di Roma e col fratello abate Ferdinando (dec. 1808), ebbe fine la linea dei conti di Sale. Quest'ultimo fu il benefico fondatore della Causa Pia D'Adda. La terza linea, quella dei marchesi di Pandino, pure estinta, ha origine da Rinaldo, altro dei fratelli di Bertolino, il cui figlio Pagano fu creato feudatario di Cassano nel 1538 e quindi nel 1552 di Pandino, che con diploma 10 ott. 1615 fu eretto in marchesato. A questa diramazione dei D'Adda appartiene Giambattista, dei LX decurioni ed I.R. ciambellano, che nel 1782 riebbe il feudo di Cassano con titolo marchionale. Fu egli genitore di Febo (1772-1786) pure dei LX decurioni ed I.R. ciambellano, consigliere intimo e imoso de' giovani signori osteggianti il governo straniero e senatore del Regno: nel nipote suo, Emanuele, pure senatore del Regno, si spensero i D'Adda, marchesi di Pandino e di Cassano.
Compre um documento heráldico sobre família Salvaterri

Escudo da família: Salvaterri

Brasão da família

D'azzurro alla fascia d'argento accostata in capo da un'aquila di nero coronata d'oro, accompagnata da tre gigli d'oro; ed in punta da un monte isolato di tre cime d'argento.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome