Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Sampo, país de origem: Italia

Nobreza: Baroni - Conti - Nobili
Heráldica da família: Sampo
Coroa de nobreza Sampo La presenza simultanea nel XII sec. dei vari Sampo e delle varianti di questo cognome, dovute alle solite cause della pronunzia dialettale e dal modo di interpretare nella scritturazione i cognomi, in centri relativamente poco lontani uno dall'altro, induce a supporre una terra d'origine comune dalla quale assunsero il nome: Campo Freddo (oggi Campo Ligure) e Campi, il primo distante 36 km da Genova ed il secondo 7. Tuttavia il significato stesso di tale toponimo, affermatosi come patronimico, è così generico da non consentire affermazioni positive, nonostante sia nota l'attività dei Sampo, svolta in Genova sin dalla prime metà... Continua
del 1100; consoli dal 1186 al 1210 furono membri del senato e dogi, ed ascritti nel 1528 a quella nobiltà. Coevi furono i Sampo di Alessandria, di Voghera, della Lomellina ai quali si aggiunsero in epoche posteriori gli omonimi di Milano, Valenza , S. Salvatore Monferrato, Asti, Modena, Mirandola, Pavia Parigi. In Tortona vivevano Pietro di Sampo, messo dell'abbazia di Rivalta, il figlio, pure Pietro, Viviano, Bernardo acquirenti di terreni e testi in documenti rogati dal 5 aprile 1188 al 19 giugno 1192; il 3 giugno 1197 genovesi e tortonesi stipularono un trattato di pace ed alleanza della durata di 29 anni; i consoli e la Credenza di Tortona, della quale erano membri Pietro e Bressano de Sampo, ne giurarono l'osservanza; vassalli di marchesi Malaspina in Val Borbera e Val Trebbia, tra i quali Ogerio, Ceso, Musso, Rolando e Girardo de Sampo, prestano fedeltà ai patti stipulati tra detti feudatari ed il comune di Tortona relativi al castello di Mongiardino; molti tortonesi, tra cui Alberto de Sampo consigliere, il 26 agosto 1198 e 27 marzo 1199 promettono di attenersi ai capitoli di pace proposti dai consoli di Pavia, in merito alle divergenze insorte tra Genova e Tortona; alla Credenza, il predetto Pietro il 27 agosto 1198 approva la cessione al comune di Genova di ogni diritto su Gavi e Parodi in Consiglio generale Alberto e Pietro il 30 marzo 1203 approvano la convenzione di alleanza stipulata tra i comuni di Tortona e Alessandria; in documento del 31 dicembre 1204 relativo ad autenticazione di deposizioni nella vertenza tra il Capitolo tortonese ed i Pamparato per un molino sullo Scrivia, è teste Pietro che, come credendario, il 3 giugno 1207 delibera la cessione agli abati di S. Marziano e di S. Stefano nonché ad un gruppo di privati della terza parte di un acquedotto 12 e 17 marzo 1218 giura in Consiglio, del quale era membro, di osservare gli accordi stipulati tra i comuni di Tortona e Genova; negli istrumenti relativi ai beni acquistati dai già Signori di Arquata a norma della convenzione col comune di Tortona, è ricordato il notaio Giovanni de Sampo che rogava nel 1288; Calimero Campi nel 1429 era vicepriore del monastero di S. Marziano come rilevasi da un istrumento del 20 dicembre.

Compre um documento heráldico sobre família Sampo

Escudo da família: Sampo

Brasão da família

Trinciato con la banda d'oro sulla partizione; il primo d'azzurro alla mezzaluna d'argento, calante; il secondo di rosso a tre stelle (6) d'argento, ordinate due in palo e la terza in fianco a sinistra di quella inferiore.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome