Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Sandei, provenienza: Italia

Titolo: Duchi - Signori
Variazioni cognome: Sandelli di Bocca di Vacca - Sandeo - Sandali - Rocca di Vacca
Araldica della famiglia: Sandei
Variazioni cognome: Sandelli di Bocca di Vacca - Sandeo - Sandali - Rocca di Vacca
Corona nobiliare Sandei
Duccio, cavaliere, fu uno di quelli che Castruccio Antelminelli, nell'atto di morire, instituì tutori de' propri figliuoli nel 1328. Decio, Signore del castello di Capo di Vacca, ed avendo fra gli altri figli uno chiamato Sandeo, ordinò nel suo testamento che i discendenti di questo assumessero il cognome di Sandei, conservando anche quello di Rocca di Vacca. Suo figlio Sandro, trasferitori a Venezia nel 1316 per commerciare in seterie, iniziò quella numerosa stirpe che ebbe uomini di affari, giureconsulti ed ambasciatori. Nel 1369 Enrico di Lucca si vide sequestrare le merci dal nobile cav. Giovanni di Monfalcone, e nell'anno... Continua
seguente ottenne un privilegio di cittadinanza. Nicolò, ricco ed assai influente, sposò la figlia di un principe di Lucca. Francesco edificò il monastero della Certosa nel bosco di Montello; e Felino, auditore di Rota, fu vescovo nel 1485 di Penne e Bernio. Ed Arrigo o Rigo, altro figlio di Duccio, conseguì dal doge Giovanni Delfino nel 1359 uno speciale privilegio di cittadinanza. Egli fu ambasciatore per la sua città a Carlo IV imperatore nel 1369, e morì in Lucca essendo gonfaloniere nel 1387. La famiglia continuarono nei secoli successivi a contrarre parentele cospicue e nobiliari, ottenute anche perchè entrarono in più riprese nell'ordine dei cittadini originari e di conseguenza rappresentare con decoro la parte migliore della cittadinanza veneziana dedita contemporaneamente al lavoro ed alle cure civiche. Gli Sandei emigrarono in varie parti del Veneto e dell'Emiglia; edificarono le loro tombe ai Servi ed a S. Sofia; avevano molti stabili in questa contrada, specialmente verso il ponte Priuli ove abitavano. Ancora nel 1817 di questa longeva prosapia viveva Francesco figlio di Andrea. Altro ramo. Originari di Lucca, trapiantata a Venezia nel XIV secolo, da dove passò a Ferrara in principio del XV. Antonio fu podestà di Sassuolo nel 1456, poi collaterale di corte e giudice de' Savi dal 1463 al 1470, sposò Francesca Ariosti, dalla quale ebbe Giovan-Francesco medico ducale, Lodovico egregio poeta, e Felino Vescovo di Lucca. Di questa famiglia non si hanno più notizie dalla morte del dott. Giuseppe.

Compra un documento araldico su Sandei

Stemma della famiglia: Sandei
Variazioni cognome: Sandelli di Bocca di Vacca - Sandeo - Sandali - Rocca di Vacca

Stemma  della famiglia Sandei

1 Blasone della famiglia Sandei

D'argento, alias d'oro, al leone d'azzurro.

Sandei o Sandali di Ferrara, Sandei Sandeo, Sandelli di Bocca Vacca di Lucca e Venezia. Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.II, pag. 478, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome