Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Scarlo, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Nobili
Heráldica de la familia: Scarlo
Corona de la nobleza Scarlo
La famiglia, dal latino Carolis, denominati anche Carlis, Caporis costituiscono un nucleo di famiglie italiane che maggiormente si distinsero per le virtù civiche, letterarie e militari. In premio di tali qualità ottennero, quasi dovunque dimorarono, varie ricompense nobiliari. Un C. Scarlo di Giovanni, originario con i Banchieri, nobili di Pistoia, ed incluso in quella nobiltà. Di questa famiglia, diramatasi in seguito nel modenese, si legge che al 30 luglio 1416 Bartolomeo da Modena, procuratore del marchese Nicolò d'Este, convenne a Brescia per stipulare una tregua colla Signoria di Venezia e con Pandolfo Malatesta. I Scarlo si trovano in seguito a... Continuará
Firenzuola e sono compresi fra i nobili di Fiesole; a Ferrara assunsero il motto De-Car-lis e si affermarono specialmente nelle belle lettere. Un ramo comitale dei Scarlo di Comacchio si estinse nella fam. Ferrarese, mentre un altro ramo nobile di questa località sussiste tuttora, come pure i Scarlo, patrizi di Cesena. Nel 1148 i Scarlo di Genova venivano aggregati all'albergo dei Grimaldi. La linea di Aquila ebbe un Giambattista, che fu Vescovo di Sulmona dal 1514 al 1519, e possedette vai feudi con titolo comitale. Da Lezzeno (Como), si diffusero in diverse località della Lombardia, ed in varie epoche ottennero la nobiltà milanese ed il titolo di Conti Rovagnate. Alcuni individui di questa famiglia si trovano stabiliti, sul finire del secolo XVIII, a Brescia e a Verona, dove vennero ascritti al Consiglio nobile di questa città e furono insigniti del titolo comitale. Alessandro Carli, conte e storiografo, ultimo di questo ramo, cedette i suoi beni alle figlie maritate con i signori Cristoforo Marinelli ed Ottavio Cagnoli. Assai antica è la famiglia Scarlo di Venezia. La prima volta in cui essa si trova accentata è nell'atto di morte di Lucia Carli, moglie di Luca Ariani, del 1386. In seguito i Scarlo di Venezia s'imparentarono con le primarie famiglie cittadine e patrizie, tra le quali Barbarigo, Sol, Hiarca degli Uberti ecc. Questi Scarlo erano divisi in due distinte figliazioni: quella dei Segadori dell'Arsenal, che venne ascritta nel Libro d'Oro di Torcello, e dei Carli-Rubbi insgnita del titolo comitale dalla Repubblica veneta per le sue benemerenze. Di questa famiglia che aggiunse il cognome di Rubbi, per il mati quel secolo fu Vescovo di Caorle; Domenico dell'Ordine Serafico dei Minori Conventuali del Convento di S. M. Gloriosa dei Frari in Venezia, nominato Vescovo di Zante e di Cefalonia intorno il 1550; Agostino che, nel 1690, dall'Imperatore Leopoldo I venne insignito della mitria abbaziale di S. Andrea Apostolo di Bisistria nella Slavonia.

Comprar un documento heráldico de Scarlo

Escudo de la familia: Scarlo

Blasòn de la familia

D'argento spaccato alla croce di rosso, al capo all'aquila spiegata di nero.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome