Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Scopellitti, provenienza: Italia

Titolo: Signori
Araldica della famiglia: Scopellitti
Corona nobiliare Scopellitti Uno dei sette comuni che anticamente formarono il comune di Alessandria fu Rovereto: feudo dei Marchesi di Gavi era retto agli inizi del XII sec. da un consortile di famiglie signorili tra cui quella degli S. che con le casate più illustri e potenti del tortonese aderì pure alla costituzione nel 1122 del "Comune Signorile di Tortona" dopo una prima forma di governo autonomo intesa a liberare definitivamente la città dall'autorità imperiale. Ai fautori di tale coraggiosa innovazione venne conferito l'onorifico attributo di "De Civitate Terdona" trasmissibile alla loro discendenza. Dai cartari dell'epoca apprendiamo che ad Anselmo Bussinello ed Oberto... Continua
S. i consoli di Tortona il 26 gennaio 1132 investono un manso alla Frascheta e già nel 1137 detto Oberto era investito della dignità consolare: il 19 maggio si recò coi colleghi al palazzo vescovile, presenti il vescovo, religiosi e laici, per fare una donazione al monastero di S. Siro in Genova. Un'antica pergamena fortunosamente pervenutaci tuttora illesa di cui dà notizie il Montemerlo ed il Bottazzi, elenca gli S. tra le famiglie nobili viventi in Tortona nell'anno 1140. Mancano notizie sulla presenza degli S. in Tortona durante l'assedio del Barbarossa e se partecipassero o meno alla sua difesa; neppur è noto ove si siano ritirati in seguito all'esodo imposto dalla resa a tuti gli abitanti della città (17 aprile 1155); comunque essi riprendono parte attiva alla vita pubblica dopo il loro rimpatrio sollecitato dai consoli allora in carica: l'esodo dei tortonesi in seguito alle distruzioni del 1155 e del 1163 aveva spopolato la città privandola nel tempo stesso della presenza delle famiglie più cospicue ed illustri; i Scopelli rientrarono nel 1165. Proprietà dei Scopelli confinavano con terreni che Alberto, prete di S. Bartolomeo, il 13 giugno 1183 permuta con il rettore della chiesa dell'ospedale di S. Croce; un altro Oberto, omonimo del console, nel 1191 sedeva alla Credenza ed il 29 gennaio delibera con Guarnerio Beccaria; genovesi e tortonesi il 3 giugno 1197 stipulano un trattato di pace ed alleanza della durata di 29 anni: consoli e credendari, tra cui Rufino, ne giurano l'osservanza; detti Oberto e Rufino, alla Credenza il 7 luglio 1197 deliberano in merito ad un altro mutuo che il Comune contrae coi dai consoli di Pavia in merito alle divergenze insorte tra Genova e Tortona ed il giorno seguente la Credenza, partecipi Oberto e Rufino, cede al comune di Genova ogni diritto su Gavi e Parodi; proprietà di Oberto in Castelnuovo confinano con terreni che il 22 agosto 1198 il prevosto della Chiesa di Tortona accensa a Nicolò Berzano.

Compra un documento araldico su Scopellitti

Stemma della famiglia: Scopellitti

Blasone della famiglia

Di rosso all'oca di argento terrazzata di verde.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome