Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origem do sobrenome Sgritta, país de origem: Italia

Nobreza: Marchesi
Heráldica da família: Sgritta
Coroa de nobreza Sgritta
Le origini di questa famiglia, secondo gli storici Accinelli e Casoni risalgono al sec. XV, nella riviera orientale. Monumenti ed iscrizioni in chiese e pubblici edifici attestano la nobiltà di questa famiglia, che fu ascritta al patriziato genovese nel 1648. Per varie generazioni, cominciando da Giovanni Agostino Sgritta, giureconsulto profondissimo, nell'anno 1616, i membri della famiglia Gritta furono segretari della Serenissima Repubblica. Molti personaggi dei vari suoi rami, dotti essi pure in scienze legali ebbero onori e sostennero missioni importanti presso governi esteri. Emanuele Sgritta, di un ramo cadetto, fu nominato conte palatino da Carlo VI nel 1720. Giovanni Battista... Continua

Sgritta, del ramo primogenito, fu ascritto alla nobiltà nel 1673, ed intervenne il 15 febbraio 1695 all'istrumento fatto fra il Comune di Genova e il Duca di Milano; nel 1698 fu mandato da Francesco I duca di Parma, il quale si era offerto come mediatore fra la Repubblica e il Granduca di Toscana. Gio. Benedetto Sgritta, suo figlio, nato il 10 ottobre 1677, fu ascritto alla nobiltà nel 1695, inviato a Vienna dopo la pace di Utrecht, vi ottenne dall'imperatore la cessione del marchesato di Finale, causa di tante guerre, alla Repubblica. Egli fu il primo governatore di quel marchesato per la Repubblica. Si ritiene egli sia il continuatore degli annali di Genova del Casoni. L'unico suo figlio, Giovanni Battista Francesco Sgritta, ascritto alla nobiltà il 16 dic. 1750, fece parte del Minor Consiglio della Repubblica e fu governatore di Novi. Il figlio, pure unico di lui, Giovanni Benedetto Sgritta, seguì la carriera della magistratura. Fu magistrato di sicurezza, ossia sostituto procuratore generale presso il tribunale criminale, procuratore imperiale presso il tribunale doganale, ufficio importante in quei tempi di blocco continentale. Quando la Liguria fu unita agli Stati Sardi fu nominato primo Decurione della città da Re Vittorio Emanuele I. Nell'anno 1824 era avvocato fiscale presso il tribunale di Sarzana, nel 1829 a Genova. Nel 1833 prefetto al tribunale di Finale, ove rimase 17 anni cattivandosi tanta estimazione, che quel corpo municipale gli conferì la cittadinanza di quella città. Nel 1848 fu nominato consigliere d'appello a Genova; fregiato del titolo di senatore; cavaliere dei SS. Maurizio e Lazzaro. Dal suo matrimonio, con Marina Cecci Battista, nacquero Bianca, Giuseppe e Laura.


Compre um documento heráldico sobre família Sgritta

Escudo da família: Sgritta

Brasão da família

Trinciato alla banda d'argento sulla partizione caricata di un granchio di mare di rosso posto nel verso della stessa; sopra, d'azzurro alla cometa d'oro posta in palo; sotto di nero, con la campagna di verde.
Compre Escudo da família

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome