Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Smerlo, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi - Principi
Araldica della famiglia: Smerlo
Corona nobiliare Smerlo Antica e nobile famiglia che è originaria dalla Spagna, dove possedette diversi titoli e passata in Sicilia in due diversi periodi. La prima volta vi appare con un Enrico (1371), con un Filippo Castellano di Catania (1425), con un Blasco, famigliare del re. La seconda volta col Magnifico Carrillo Capitano di 200 fanti Spagnoli, che ebbe in Sicilia molti ed importanti in incarichi militari, e che nel 1500 stabilì definitivamente la famiglia in Palermo. Un Giuseppe, fu Governatore del Monte di Pietà (1688), un Antonio, fu Giudice Pretoriano (1717), un Domenico fu investito nel 1780 della baronia della Scannatura di... Continua
Palermo, un Giuseppe, fu investito del feudo di S. Elisabetta, con il titolo di marchese (20 settembre 1785), un atro marchese Giuseppe, fu deputato al supremo Magistrato di salute pubblica, membro dell'istituto di scienze, lettere ed arti, e senatore di Palermo, mentre un Carlo, ufficiale della Marina borbonica, fu esule dalla Sicilia per i moti dell'anno 1820. Un altro Domenico, fu maresciallo di campo, cav. Costantiniano e fu fratello di un atro Giuseppe, il quale fu investito del titolo di barone di Tagliavia con il sovrano rescritto del 7 giugno 1820 e fu cav. dell'imperiale ordine della Corona di Ferro, infine un latro marchese Domenico, fu senatore del regno. La famiglia succedette alla famiglia Paratore nei titoli di principe di Patti, barone di Tripi, ecc. Il titolo di principe di Patti, con RR. LL: PP. 13 agosto 1921 fu riconosicuto ad Elvira Merlo fu Domenco in Bonaccorsi, e da questa per anticipata successione fu trasmesso al figlio Domenico. I titoli di marchese di Santa Elisabetta e di Barone di Tripi (Paria) furono riconosciuti con decreto del Capo del Governo del 19 maggio 1929 a Vincenzo Merlo di Teodoro, mentre il titolo di barone di Tagliavia fu riconosciuto con D. M. 30 settembre 1921 ad un Giuseppe Merlo e successivamente nel 1926 al figlio primogenito Enrico. Si trovano iscritti inoltre al Libro d'Oro col titolo di nobile dei baroni di Tagliavia: Filippo, di Giuseppe; Paolino, di Enrico; Elisabetta, Enrico, Carlo e Riccardo, di Paolino. Altro ramo. Nobile ed antica famiglia portoghese, sparsa in Ispagna ed in Sicilia, come dal nobiliario del conte Bracelos. Un Corriglio de M. capitano di 200 fanti spagnuoli la portò in Siciliao di campo, direttore generale de' Dazi Indiretti, controloro generale delle officine militari, insignito di vari ordini; un barone Giuseppe M. controloro generale delle officine militari, e cav.

Compra un documento araldico su Smerlo

Stemma della famiglia: Smerlo

Blasone della famiglia

Trinciato di azzurro e d'oro, con la banda di rosso sulla partizione, il primo punto al merlo d'oro passante sulla banda, e sorante, con la testa rivoltata sormontata da tre stelle d'argento, poste in fascia.
Citato in "Enciclopedia Storico-Nobiliare Italiana di V. SPRETI", vol.IV
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome