Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Sostera, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Sostera
Corona nobiliare Sostera La "Reggenza" dei Sette Comuni. I Sette Comuni vicentini in grazia di loro antichi privilegi, godevano maggiori libertà degli altri luoghi del territorio vicentino. Essi si governavano a guisa di corpo libero. La Reggenza, della quale facevano parte due Reggenti per ogni comune, presiedeva alle difese dei diritti della nazione e delle consuetudini locali. Essa era in politica relazione con le venete magistrature e con principi esteri. Nelle principali città del Dominio veneto, e a Vienna, La Reggenza destinava i suoi procuratori, uomini di legge, che sotto il titolo di Nunzi della Reggenza, ne rappresentavano la persona e le regioni.... ContinuaIl Notaro era la prima carica della Reggenza ed ogni comune ne aveva uno eletto fra le persone più notevoli. L'origine dei Soster. Da documenti antichi che risalgono al secolo XIV risulta che i membri della famiglia risiedevano a S. Caterina di Lusiana, dove esistono, abbastanza bene conservati, gli avanzi del palazzo di stile gotico loro antica abitazione. In quel luogo e nei paesi limotrofi essi avevano i loro beni. Nel mezzo della navata centrale della chiesa di S. Giacomo di Lusiana vi è ancora la loro tomba antica con l'arma di famiglia scolpita sulla pietra che la racchiude, e vi tenevano banco proprio colla loro arma scolpita o dipinta; e così pure nelle altre chiese di S. Caterina di Lusiana, della SS. Trinità di Angarano, di S. Giacomo, nel Duomo ed in S. Francesco di Bassano. Per aver essi donato alla chiesa di S. Caterina di Lusiana alcuni livelli, ebbero il diritto di ballottazione per eleggere il curato, concesso loro dal cardinale Gregorio barbarigo, vescovo di Padova, l'anno 1668. Genealogia. Capostipite della famiglia è Gerardo fu Bonatto vivente nei primordi del secolo XIV. Pellegrino nato nel 1687 compilò un manoscritto che contiene molte notizie della sua famiglia. Fra queste trovasi la citazione di istrumenti notarili conservati nell'archivio di famiglia che fu poi distrutto nel saccheggio fatto alle case di S. Caterina di Lusiana dei francesi il 22 giugno 1797, quando sottomisero con la forza delle armi quegli abitanti. Fra gl'istrumenti citati nel manoscritto vi è: 1360 - Vendita di Gerardo e Bertoldo fratelli fu Bonatto de Lusiana a Scrimin Lupo fu Domenico in atti Vivian notaio. 1509 Istromento di divisioioni dei nostri maggiori quantunque si dica Nicolò, Antonio e Francesco qd.
Compra un documento araldico su Sostera

Stemma della famiglia: Sostera

Blasone della famiglia

Fasciato d'azzurro e d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome