Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Spadotto, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Nobili
Araldica della famiglia: Spadotto
Corona nobiliare Spadotto
Un Geronimo nel 1693 era giudice di Reggio Calabria. Un Placido venne eletto dal Senato deputato alla cose di salute pubblica nella peste che afflisse Messina nel 1743. Furono senatori Giuseppe nel 1804, Giovanni nel 1806, Michele nel 1820 e Placido nel 1823. Famiglia di Messina, dichiarata nobile per deliberazione della Commissione dei titoli di nobiltà, in data 25 aprile 1843, e iscritta genericamente nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano del 1922 col titolo di nobile (mf.). Altro ramo. Famiglia siciliana, che sin dal secolo XVI si trovò in Caltagirone. Un Gironimo, nel 1693, era giudice di Reggio Calabria; un... Continua
Placido, nel 1743, fu dal Senato eletto deputato per la salute pubblica durane la peste che afflisse Messina in quell'anno; Giuseppe fu senatore nel 1804, Giovanni nel 1806, Michele nel 1820 e altro Placido nel 1823. Ebbe il titolo di barone di Passanitello proveniente da casa Ferreri, titolo riconosciuto con Decreto Ministeriale del 1900.
Compra un documento araldico su Spadotto

Stemma della famiglia: Spadotto

Blasone della famiglia

Di rosso a due spade d'argento decussate, guarnite d'oro, sormontate da un giglio coronato del medesimo.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome