Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Stagnotto, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Principi
Heráldica de la familia: Stagnotto
Corona de la nobleza Stagnotto
Vi ha chi la vuole originaria di Francia, chi di Spagna dandole a capostipite un Bernardo, governatore dei ducati di Atene e Neopatria nell'anno 1213 e padre di Tommaso, barone dei feudi Scuderi, Passarelli e Calandrino in Sicilia. Un Manfredi, come marito di Mita Salerno, possedette l'ufficio di portulanotto di Licata e metà del diritto del tumolo di Girgenti sotto i Martini; un Pantaleo fu giudice straticoziale di Messina ngli anni 1444-45, 1448-49, 1450-51, 1453-54, 1455-56-57, 1463-64; un Pietro fu senatore in detta città nel 1457-58; un Pietro fu senatore in detta città nel 1457-58; un Manfredi nel 1492-93; un... Continuará
Nicolò Antonio nel 1499-1500; un Giovanni nel 1513-14; un Pietro, figlio di Giovanni Antonio e di Giovannella di Campsore, possedette nel 1511 la rendita di onze 20 sopra i Terraggi di Licata e sopra i feudi Passarello, Scuderi e Calandrino; un Francesco, un Filippo, un Giovanni Antonio, un Giuseppe, un Antonino sono iscritti nella Mastra nobile del Mollica (anni 1587, 1588, 1589, 1600, 1602, 1603, 1606, 1607); un Giovanni, con privilegio dato il 6 genn., esecutoriato il 29 agosto 1685, ottenne la concessione del titolo di conte di Casandola; un Salvatore fu senatore di Messina nel 1693-94; un Giuseppe tenne la stessa carica negli anni 1702-3, 1706-7; un Vincenzo, baporn di Sicaminò, la tenne negli anni 1715-16, 1736-37; un Pietro il 24 novembre 1736, per successione a casa Campolo, ebbe investitura della baronia delle Saline di Catrogiovanni; un Giovanni fu cavaliere dell'Ordine di Malta, gran priore di Venosa e confrate dell'Ospedale di Messina nel 1734; un Giacomo, barone di Sicaminò, fu senatore di Messina negli anni 1733-34, 1735-36; un Giusepep, barone delle Saline di Castrogiovanni per investitura del 17 marzo 1751, fu senatore di Messina nel 1750-51, 1774, 1782, acquistò da casa Termini il titolo di principe di Casteltermini, che, in lettere patrimoniali del 10 agosto 1759, ottenne di commutare in quello di principe di Montesalso e ne ebbe investitura il 9 luglio 1762; un Pietro Stagno e Saccano ebbe il 19 febbraio 1795 investitura dei titoli di principe di Montesalso, barone delle Saline di Castrogiovanni, signore dei mezzi Terraggi di Licata, fu senatore di Messina nel 1781, sposò Letteria Ardoino e Celestri, che portò in casa Stagno i psmundo (di Carlo, di Pietro predetto) ottenne l'8 ottobre 1809 investitura dei titoli di principe di Alcontres, marchese di Roccalumera, barone della Floresta, barone dell'ufficio di maestro notaro e segretario del Tribunale del R. Patrimonio, fu gentiluomo di camera e sedette nel parlamento del 1848 come Pari del regno; un Carlo Stagno e Cumbo, di Pietro predetto.
Comprar un documento heráldico de Stagnotto

Escudo de la familia: Stagnotto

Blasòn de la familia

Di rosso al palo d'argento
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome