Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Susso, provenienza: Italia

Titolo: Baroni
Araldica della famiglia: Susso
Corona nobiliare Susso
Casata che trae le sue più remote origini ed il cognome dalla terra omonima nel territorio di Campobasso. Questa terra dette il nome a dei potenti Baroni che ne godettero il dominio avanti il mille. Nel catalogo dei Baroni che contribuirono alla spedizione di Terra Santa sotto Guglilmo II ove si parla dei feudatari di Capitanata, si trovano nominati i Baroni Roberto e Riccardo. Diramarono quindi in Piemonte, nel Lazio e in Sicilia. Giovanni Andrea, secolo XV, Vescovo d'Aleria, fu referendario apostolico, bibliotecario e segretario di papa Sisto IV. Giacomo, suo fratello, fu uomo molto erudito e familiare dello stesso... Continua
Sommo Pontefice. Essi morirono quasi nello stesso tempo ed i loro corpi ebbero comune sepoltura nella Chiesa di S. Pietro in Vincoli. Giuseppe Antonio fu parroco di S. Stefano in Villafranca nel 1679. Lorenzo, sacerdote e dottore di leggi, acquistò il feudo di Campogrande e Cangemi e lo cedè a suo padre Giuseppe che ne fu investito nel 1696. Carmelo, di Giuseppe, fu investito di detto feudo nel 1709. Attraverso Rosario, nato nel 1760, Antonio nato nel 1785, Rosario nato l' 8.1.1810, Antonio nato il 3.3.1847 e Rosario nato il 21.1.1874, si giunge agli attuali rappresentanti, residenti a Niscemi.
Compra un documento araldico su Susso

Stemma della famiglia: Susso

Blasone della famiglia

D'argento, al destrocherio di carnagione vestito di rosso col polsino bianco, impugnante il tronco di un albero di verde, nodrito in punta, sormontato da tre gigli d'oro, in fascia, e accostata in punta da due stelle, raggiate di 8, del medesimo.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome