Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Tagani, país de origen: Italia

Nobleza: Nobili - Cavalieri - Patrizi - Marchesi - Signori - Conti
Heráldica de la familia: Tagani
Corona de la nobleza Tagani
Tra le più antiche ed illustri nobili famiglie di Belluno, discendente da Pagano de Crocecalle, il quale era console nella riduzione del Consiglio di quella città nel 1383. All'atto della riforma di quel Consiglio, seguita nel 1423, per ordine del Senato Veneto, questa famiglia fu ritenuta nell'Elenco delle nobili approvato con Ducale del 1424. Ebbero la S. R. A. di conferma della nobiltà: Francesco Agostino e Antonio, di Pietro Paolo, 14 febbraio 1821; Virginio, di Fabio 25 marzo 1822; Giovanni Maria e Pietro Agostino, di Antonio Maria, 14 febbraio 1821; Antonio, di Carlo, Carlo, di Francesco, Muzio, di Mainardo, Paolo... Continuará
Fabio, di Andrea, Giulio Fabio, di Fabio, Giov. Battista, di Gionata, 28 febb. 1821; Claudio Gionata e Giov. Battista, di Giuseppe, 14 febbraio 1821; Giuseppe, di Marino, 8 novembre 1850. Altro ramo. Antichissima ed illustrissima famiglia, detta Pagano o Pagani, probabilmente discesa da una casata longobarda (sec. XI) e non di origine normanna, la quale fiorì, primieramente, in Roccapiemonte (SA), per ramificarsi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Il casato ebbe feudi già in epoca del Principato longobardo; la famiglia godè poi nobiltà anche in epoca normanno-sveva e con gli angioni; nel sec. XIII si trasferirono poi da Roccapiemonte ad una zona dove sorse poi quella che divenne la città di Pagani, che da loro, probabilmente prese il nome; nel sec. XIV un loro ramo si trasferì a Napoli ed entrò nel patriziato e nella nobiltà di corte, ricoprendo grandi uffici; da essi discesero poi vari rami patrizi e casate feudali. Ricevuta nel S. M. O. di Malta, dal 1579, ed iscritta nel Registro dei Cavalieri di Malta per "giustizia", tal famiglia sempre si distinse, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Ugone, nato a Nocera dei Pagani, si ritiene sia uno dei fondatori dell'Ordine "dei Poveri Cavalieri di Cristo, Custodi del Tempio di re Salomone", nel 1119, di cui fu Gran Maestro; Giovannim cardinale nel 1228; Niccolò, arcivescovo di Bari, nel 1339; Galeotto, consigliere di re Roberto d'Angiò, ottenne da Ludovico d'Angiò di poter aggiungere nello stemma le insegne Angioine; NICOLÒ arcivescovo di Napoli nel 1399; Gio. Battista, consigliere di re Alfonso d'Aragona; Carlo e Francesco, presidente della Regia Camera della Sommaria in Napoli durante il Regno Aragonese; Alberto, cavaliere dell'Ordine Gerosolimitano, ufficiale del "3° Reggimento Napoletano", al comando del marchese di Torrecuso; Nicola e Antonio, iscritti nell'Elenco del Priorato di Barletta dell'Ordine di Malta. Dichiarata ammissibile nelle Regie Guardie del Corpo, parteciparono alla difesa del Regno delle Due Sicilie nella campagna del 1860/61 contro l'invasione piemontese: Nicola, 2° esente della "Compagnia delle Reali Guardie del Corpo", Scipione, capitano del "3° Battaglione Cacciatori", proveniente dalle Guardie del Corpo, presente alla battaglia del Volturno in ottobre e nel novembre a Capua, capitolò a Gaeta il 14 febbraio 1861. Iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano anno 1922. Altro ramo. E' un ramo della famiglia Tagani di Mondovì. Capostipite di questo ramo fu il medico Domenico de Pagano chamato a Saluzzo dal marchese Tommaso II nella prima metà del XVI secolo, ed i cui discendenti si dissero indistintamente de Pagano e de Medico. Giacomo, figlio di Domenico, sindaco di Verzuolo nel 1399; Giorgi luogotenente del podestà di Saluzzo nel 1444, e tesoriere della corte marchionale nel 1450; Laurenzono procuratore fiscale nel 1480; e poi sindaco e procuratore della città di Saluzzo; Gaspare, governatore di Vignale, nel 1556 difese valorosamente quel borgo contro il maresciallo dei nemici, coperto di ferite, dovette cedere, ma non volle sopravvivere alla sua disfatta e si gettò in un pozzo. Altro ramo. Antica e nobile famiglia ferrarese, che ha dato alla patria uomini di gran

Comprar un documento heráldico de Tagani

Escudo de la familia: Tagani

Blasòn de la familia

Di rosso con quattro fasce ondate d'argento col capo d'oro.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook