Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Taramelli, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi
Araldica della famiglia: Taramelli
Corona nobiliare Taramelli Originari di Cavallermaggiore, poi in Fossano e ad Alba, hanno memorie sicure dal principio del secolo XVI con Stefano, che ottiene la nobilitazione, l'ampliazione dell'arma, il palatinato e la milizia aurata per diploma dell'imperatore Carlo V, del 12 aprile 1524. Discende direttamente da lui Carlo Francesco che fu il primo conte della schiatta, investito prima della contea di Rodello (19 settembre 1661), poi della contea di Castiglione Falletto (31 maggio 1677). Da lui si distacca con Silvestro, suo figlio, la linea che ebbe nel 1778 il marchesato di Clavesana. Augusto, di Giuseppe Maria, di Carlo Giuseppe. Cugino: Alfredo, di Carlo... ContinuaFilippo, di Giovanni Filippo, di Carlo Giuseppe. Figlia: Elena (dec.). La presenza del motto nella bibliografia documentata della famiglia ci conferma l'avita nobiltà raggiunta della casata. Infatti l'origine del motto risale a circa il XIV secolo e deve essere ricercata in quei detti arguti che venivano scritti sui vessilli o bandiere dei cavalieri, esposti alle finestre delle locande in cui questi alloggiavano, in occasione dei tornei, e durante i tornei stessi. Motto della famiglia: Spera in Deum et fac bonitatem
Compra un documento araldico su Taramelli

Stemma della famiglia: Taramelli

Blasone della famiglia

Partito d'argento e d'azzurro, allo scaglione dell'uno nell'altro; col capo d'oro, carico di un'aquila di nero, coronata e diademata di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome