Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Tilesio, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Tilesio
Corona nobiliare Tilesio
Vitale F. gentil'huomo Agrigentino, col favore d'Adamuzza sua madre Cammariera della Regina Maria, hebbe luogho sempre fra i gentil'huomini di quella Real Corte, e per i suoi servigi alcanzò da quella Regina il feudo di Polumbino, ed essercitò l'ufficio di publico Notaro, ch'era di molta stima in quei tempi, e facendone assai conto il Rè Martino gli diede onze 1000 sopra i beni mobili, stabili, e fendali, ch'erano stati confiscati à Palmerio, e Luca Formosa gentil'huomini della medesma Città per certe loro inobenienze nel 1396: mà havendosi casato Vitale con Fosca unica figlia del predetto Palmerio Formosa, ottenne dal medesmo... Continua
Rè la restitutione de' confiscati beni di quello, ne' quali gli successe Pier Antonio suo figlio, che dal Rè Alfonzo fù eletto suo Cammariero, ed hebbe per moglie Filippa di Iosa, figlia di Bernardo Barone Messinese, per la qual cagione Pier Antonio andò ad habitar in quella Città, ove con sua moglie procreò Vitale, Antonio, ed Arcadia moglie di Francesco Trimarchi parimente gentil'huomo Messinese. Questo Francesco, ed Arcadia Trimarchi, fra l'altre figlie procrearono Giulia, che fù moglie di Thomaso d'Amato per contratto matrimoniale negl'atti di Notar Lodovico di Agresta del Castro à 29 di Marzo 1446, e Crescentia moglie di Giovanni Bottigliero Milanese Veditore della militia della città Messina per altro contratto negl'atti del medesmo notaro à 6 di Luglio 1447. Ne' nacquero da Giovanni Bottigliero, Pietro, Francesco, ed Arcadia moglie d'Arcadio Cirini. Francesco si casò in Minèo con la figlia d'Antonio Parisi Baron del Ponte, e ciò si vede in contratto matrimoniale negl'atti di Not. Luca Boccerio a 8 d'Aprile 1472. Pretende la famiglia Bottigliero vivente haver derivato Mario, Antonio, e Battista Bottigliero da Francesco, che per una fede di Gasparo Forte, Mastro Notaro del Senato di Caltagirone, si vede haversi quelli mantenuto nobilmente in quella Città. Procreò il prenarrato Vitale F., Pier Antonio, e Costanzo, che nobilmente vissero; però di costoro serie veruna si ha rirovato; nè si sà se nel Regno alcuna loro posterità visse. Altro ramo. Nobile famiglia di Girgenti, vantando per primo ceppo giusta Mugnos un Vitale Filesio notarò e gentiluomo della regina Maria, dalla quale ottenne il feudo di Palumbino.
Compra un documento araldico su Tilesio

Stemma della famiglia: Tilesio

Stemma  della famiglia Tilesio

Blasone della famiglia

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome