Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Tondinelli, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi - Nobili
Araldica della famiglia: Tondinelli
Corona nobiliare Tondinelli
Questa famiglia proviene da un Rondinello, di Olivieri, rammentato col fratello Gherarducci all'Opera di S. Maria del Fiore. Da Olivieri, di Rondinello, nacque Spinalbello, detto Bello, che nel 1248 sedeva tra gli Anziani quando in Santa Reperata fu giurata la lega con gli Aretini. I Rondinelli parteggiano costantemente tra i guelfi, ed essendo dell'ordine popolare fecero parte del nuovo Stato dopo la riforma del 1282. Veri, di Bello, aprì la serie dei 36 priori usciti da questa casa, nel 1296, e fu anche il primo dei 12 gonfalonieri di giustizia, nel 1309. Si ricordano Michele, di Vieri, deputato a... Continua

comprare Lucca dagli Scaligeri, nel 1341, Accetatissimo al popolo, se ne mise a capo quando nel 1343 furono prese le armi contro i magnati. Rinaldo, di Filippo, due colte ambasciatore a Genova, e ambasciatore residente a Lucca. Concorse con Giovanni e Cosimo de' Medici all'edificazione del tempio di S. Lorenzo, e venendo a morte prima che questo fosse terminato, fece obbligo ai figlioli di continuare le sovvenzioni fino al compimento dell'opera. Frate Giovanni, di Lorenzo, dell'Ordine dei Minori, si offersero di attraversare un rogo acceso per provare che il Savonarola era un falso profeta e fuori del retto sentiero della religione cattolica. Giovan Battista, di Lorenzo, cavaliere di Malta e ambasciatore dell'Ordine a Sisto V, fondò la Commenda Savorgnana, nel 1605. I Rondinelli ebbero un senatore, durante il Principato, in persona di Antonio, di Ottavio, elevato a quel grado nel 1653; e furono ascritti al patriziato fiorentino con decreto del 23 agosto 1751. Si estinsero, quanto ai maschi, nel 1880, con la morte di Andrea, di Luigi. La famiglia Rondinelli si unì con la famiglia Vitelli quando, nel 1751, Alessandro, di Anton Giuseppe Rondineli, sposò Isabella, di Niccolò, di Clemente Vitelli. Da questa unione nacque, nel 1752, Luigi Rondinelli, che lo zio materno Clemente, morendo nel 1790 ultimo di sua stirpe, chiamò erede del patrimoni, del cognome e dei titolo nobiliari. La disposizione testamentaria imponeva l'abbandono del cognome originario; Pio VII autorizzò a conservarlo facendolo seguire da quello materno. Dei Vitelli, la prima famiglia di Città di castello, di cui ebbe la signoria, si ricordano diversi valorosi capitani, periti tutti tragicamente. PaoSinigallia per tradimento del duca Valentino; Chiappino, di Paolo, morì nel 1511 all'assedio della Mirandola; Niccolò, altro di Paolo, fu assassinato in una stalla dal cugino Niccolò Bracciolino per vendicare la morte di Gentilina della Staffa, moglie dell'ucciso e amante riamata dell'ucciso amante riamata dell'uccisore; Chiappino, di Niccolò, di Paolo, comandante degli eserciti di Filippo II di Spagna, venne gettato dall'Alto di una trincea dai soldati insofferenti di dover sottostare ad un italiano; e suo fratello Giovanni trovò la morte sul campo di battaglia, limitando nelle truppe francesi che combattevano in difesa della libertà di Siena.


Compra un documento araldico su Tondinelli

Stemma della famiglia: Tondinelli

Blasone della famiglia

Di verde a tre palle d'oro disposte 2, 1.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome