Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Torromeo, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Nobili - Principi
Heráldica de la familia: Torromeo
Corona de la nobleza Torromeo
Vitaliano de' Vitaliani di Padova (dec. 1449), figlio di Giacomo e di Margherita, nel 1346 si portò a Milano colla madre, dietro invito dello zio Giovanni, dal quale fu adottato, così che dimise il proprio ed assunse il cognome materno. Nel 1418 fu creato cameriere ducale e nel 1441 consigliere ducale: con diploma 14 novembre 1439 ottenne il feudo di Arona, nel 1440 quello di Camairago indi quello di Lesa con tutta la giurisdizione del Vergante: nel 1445 fu nominato conte d'Arona. Aveva banco a Londra ed a Barcellona ed accrebbe di molto il già vistoso suo patrimonio... Continuará
così che poté regalmente ospitare Alfonso d'Aragona. Da Vitaliano discende Giovanni (dec. 1495), consigliere e senatore ducale, governatore di Milano alla morte di Galeazzo Maria Sforza: nel 1487 batté gli Svizzeri, che invadevano il ducato. Il fratello di lui, Vitaliano (1451-1493) pure consigliere ducale, istituì erede, non avendo prole dalla moglie Bianca, figlia di Lodovico I, marchese di Saluzzo, il nipote Lodovico Visconti, figlio di sua sorella Giustina: quest'ultimo fu il fondatore della linea dei Visconti. Con un parentado così cospicuo Vitaliano s'imparentava colle case sovrane di Savoia, di Saluzzo e di Monferrato. Gilberto (dec.), primogenito del predetto Giovanni, consigliere ducale, senatore, per opulenza di mezzi, per importanza d'uffici sostenuti, per splendore di tradizioni e di vita occupava in Milano uno dei posti più copiscui; delle numerose sorelle sue Ippolita (1464-1527) andò sposa a Claudio di Savoia, signore di Racconigi, Franceschina (1470-1510) si unì a Francesco Sforza, conte di Borgonuovo, abiatico naturale di FrancescoI, duca di Milano e Giustina (1470-1502) fu impalmata da Marchesino Sforza, il braccio destro di Lodovico il Moro, Gilberto nel 1487 si accasò con Maddalena di Brandeburgo, abiatica del margravio Giovanni detto l'Alchimista e nipote di Barbara, marchesa di Mantova: in quell'anno stesso egli metteva in fuga al ponte di Creola gli Svizzeri che minacciavano i possedimenti feudali dei Borromeo. L'abiatico di lui, altro Gilbetro (dec. 1558) da Margherita Medici, sorella di papa Pio IV e del marchese di Marignano, ebbe, tra i molti figli, Federico (1535-1562), generale di S. Chiesa, duca di Camerino, marchese di Romagnano, principe d'Oria, marito di Virgicipato d'Oria lo alineò per distribuire il prezzo ai poveri.

Comprar un documento heráldico de Torromeo

Escudo de la familia: Torromeo

Blasòn de la familia

Scaccato d'oro e di rosso
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome