Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Tosto, provenienza: Italia

Titolo: Duchi - Nobili
Araldica della famiglia: Tosto
Corona nobiliare Tosto
Famiglia molto antica, le cui origini sono Galliche ma non ci sono prove certe se non solo qualche riferimento in scritti molto antichi come la storia dei Germani di Saxo Gramaticus scritta verso la fine del 1100, dove si legge: "...Eodem tempore Tosto quidam, obscuro Iutiae loco ortus, ferocitate clarus emersit... ...Nec Tostoni in vindictam sui animus defuit.Nam cum ob accepti vulneris magnitudinem reparandarum intra patriam virium copiam non haberet...", chiamata anche Torti fino al XVI secolo, compare in Roma nel XIV secolo, . La memoria più antica di questa famiglia ch'io sappia è del 1372 nel Catasto.... Continua
Del 1379 sono nominati Conservatori il Cenci ed il Torti. Del 1452 Francesco de' Torti fu canonico di S. Pietro. Parentarono con li Mattei, con Tuttavilla, con Strozzi, con Sanguigni, con Languidi. La cappella di S. Giovanni Batta nella Chiesa di S. Apollinare, è di jus patronato della famiglia de Torti, come per rogito di Teodato de Gualderoni 16 gennaio 1519. Parlano di questa famiglia, Cipriano Manente, Pietro Boninsegni, Monaldo Monaldeschi. L'Infessura nel Diario del 1408 dice: li Romani stavano malcontenti per due giorni e poi s'accordò il Re due dì dopo con li Romani e messe per uffiziale suo in Roma. M. Giovanni Torto, alias Tosto. Nella differenza ch'ebbero li Romani con Papa Eugenio nell'1434 crearono capitano Paolo Tosto per difendere le sbarre, onde il papa fuggì di Roma. furono questi Tosto sempre contrarij al Papa. Anton de Petris nel Diario 1408 dice: a dì 23 di detto mese che fu la festa di S. Gregorio, li Banderesi deposero l'offizio e le mazze et ascese in Campidoglio Senatore per il Re Giannetto Torti. Et il medesimo Giannetto dell'1409 fece decapitare cinque per aver gridato viva il Popolo. E sotto lì 20 novembre per comandamento del Senatore Giannetto de' Torti, e degli Conservatori furono cominciati a fare tutti li fossi a tutte le porte della Città, tanto dentro, quanto fuori e sotto li 7 ottobre 1410 il Senatori, cioè Giovanni de Torti, in questa tribulazione fece decollare in Campidoglio il figlio d'Adamo Raelli del rione di campo Marzo per fondar in timore tutti gl'altri, cioè per la gente ch'era nel Portico di S. Pietro. Ripigliando poscia il Papa il governo, non potendo aver nelle mani Giovanni Tosto, sotto li 25 dicembre 1411 fece decapitare Paolo Tosto in Campidoglio nel solito luogo della giustizia. Giannotto per vendicarsi della morte del fratello addì 1 gennaio 1414 entrò in Roma per la porta di S. Giovanni Laterano, insieme al Conte di Belcastro e Giulio di Cesare, con molte bandiere, cioè del Popolo Romano, e del Re Venceslao e la sua e con molt'altra gente di arme delli suddetti signori e cavalcarono verso Campidoglio dove fu ricevuto come Senatore dalli Conservatori, e Caporioni di Roma con grande onore ed allegrezza e con sonare le campane. Vari rami della casata si propagarno in diverse regioni d'Italia.
Compra un documento araldico su Tosto

Stemma della famiglia: Tosto

Blasone della famiglia

Bandato d'oro e di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome