Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Tradito, provenienza: Italia

Titolo: Patrizi
Araldica della famiglia: Tradito
Corona nobiliare Tradito
Da un Cristofano, di Jacopo, era nato Pierto, che fu dei priori d'Arezzo nel 1841. Suo figlio Francesco era uno degli Operai Generali della città nel 1503. Cristofano, nato da lui, fu di Collegio nel 1552, e suo figlio Piero fu membro del Consiglio in Portoferraio (1614), come il nipote Francesco (1692), il cui figlio Giuseppe fu degli anziani di questa città e dalla moglie Angiola Pandolfi ebbe Giovan Battista, Pierfrancesco e Giuseppe Antonio, marito di Anna Maria Sigismiller e padre di Pietro Carlo (deced. 1826), da cui vennero: Giovan Benedetto (n. 1800), Giovanni (n. 1805), Ardon (n. 1809), Maria... Continua

Aurora e Giuseppe (n. 30 luglio 1823). La famiglia T. ascritta alla nobiltà aretina con decreto 23 agosto 1756, era stata poi, con successivo decreto 29 agosto 1792, promossa all'onore del patriziato. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano col titolo di patrizio d'Arezzo (mf.), in persona di: a) Cesare, di Pietro Carlo, di Giuseppe; b) Benedetto, di Abdone, di Carlo. Figlio: Alessandro.


Compra un documento araldico su Tradito

Stemma della famiglia: Tradito

Blasone della famiglia

Spaccato; nel primo d'oro, al capriolo d'azzurro; nel secondo d'argento, ad un anelletto di rosso.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome