Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Ungari, provenienza: Italia

Titolo: Duchi - Nobili
Araldica della famiglia: Ungari
Corona nobiliare Ungari Nobile famiglia di Castel'aneta, passata poi in Taranto, alla cui nobiltà fu aggregata. Al tempo poi di Re Carlo II di Angiò possedeva il feudo di Tafagnano. Giovanni, Razionale della Regia Camera, ebbe concesso, dalla regina Giovanna, nel 1510, il feudo di Casal Laureto. Ebbe pure il possesso del Casale di Montejasi, nel XVIII secolo, sul quale Carlo ottenne da Ferdinando IV il titolo di Duca; Giacomo, figlio di Francesco Saverio, barone di Montejasi e di Ippolita Marrese, fu capitano del Reggimento di Terra d'Otranto e Grassiere del Re; Carlo fu Intendente della Provincia di terra d'Otranto dal 1832 al... Continua1827. Ricevuta per giustizia nel S.M. Ordine di Malta nel 1787 in persona del Cavaliere Vincenzo, e come quarto della famiglia Marrese nel 1790. Nel 1801 fu ascritta all'Elenco delle Famiglie dei Cavalieri ricevuti per giustizia nel S.M. Ordine di Malta, compilato per sovrana disposizione. La nobiltà generosa di questa famiglia fu ancora riconosciuta dalla R. Commissione dei Titoli di Nobiltà nel 1843 e nel 1851 nelle Pruove del nobile Luigi a Reale Guardia del Corpo a cavallo. La famiglia è iscritta nell'Elenco Ufficiale Nobile Italiano del 1922 col titolo di Nobile (pers.) in persona di: Antonietta di Vincenzo, di Giacomo, nato a Napoli 10 dicembre 1820, morta ivi 23 ottobre 1912, sposata ivi 13 agosto 1842 col Nobile Michele Avitabile.
Compra un documento araldico su Ungari

Stemma della famiglia: Ungari

Blasone della famiglia

D'argento al leone di rosso, tenente con le branche anteriori un crescente del medesimo, ed accollato da un lambello a tre pendenti d'oro.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome