Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Urso, provenienza: Italia

Titolo: Baroni - Nobili
Variazioni cognome: Tursi (de) - Orso - Ursi
Araldica della famiglia: Urso
Variazioni cognome: Tursi (de) - Orso - Ursi
Corona nobiliare Urso La famiglia assai antica e nobile originaria della Sicilia di cui si leggono alcune variazioni cognominali quali Urso, Orso, Ursi o Tursi (de). Le prime tracce documentali sono del IV secolo dove un Flavius Ursus fù generale e Politico in Roma, nel IX secolo nella Historia veneticorum scritta dal campano Giovanni Diacono si può leggere: "...Stephani Candiani filius et Stephanus de Sabulo, Dominicus Faletri filius, Ursus Grugnarius, duo fratres Salbiani filii et multi alii, nomina corum ignoramus. ...". Numerosi autori della famiglia descrissero eventi e personaggi, attribuirono ad essa varie origini senza alcuna valida attestazione. La moderna critica... Continuastorica ha, sulla scorta sicura dei documenti, fatto ragione delle artificiose ricostruzioni genealogiche di quegli scrittori che, per compiacente spirito d'adulazione, pretesero far discendere questa famiglia da nobili e antiche prosapie come quella di altre famiglie. Il commendatore G.B. di Crollalanza, nella sua opera " il Dizionario Storico-Blasonico, opera che in vari decenni e con l'aiuto di altri storici ne ha rintracciato l'esistenza veritiera sulla scorta di documenti e ricerche effettuate nei secoli passati. La famiglia Urso godette nobiltà in Messina nel secolo XV; passò all'ordine di Malta come quarto di altra famiglia nella fine del secolo XVI. Possedette il feudo Ranieri, la gabella dell'Olio e Cotone di Noto nel principio del secolo XVI. Un Antonio ottenne, a 10 marzo 1452, di costruire tre chianche dentro il porto di Messina; un Paolo acquistò nel principio del secolo XVI Mangaliviti da casa Santangelo; un Matteo fu capitano di giustizia in Caltagirone nell'anno 1515-16; un Francesco fu giudice della corte pretoriana di Palermo nell'anno 1758-59, del tribunale del Concistoro negli anni 1769-70-71. La famiglia alzò per arma. D'argento all' orso di nero caricato di una fascia d'oro. Vari rami di questa casata si propagarono in divrse regioni d'Italia.
Compra un documento araldico su Urso

Stemma della famiglia: Urso
Variazioni cognome: Tursi (de) - Orso - Ursi

Stemma  della famiglia Urso

1 Blasone della famiglia Urso

D'azzurro, alla fascia d'argento, sostenente un orso passante d'oro, accompagnata in punta da tre bande del secondo.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. terzo, pag. 58, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Stemma  della famiglia Urso

2 Blasone della famiglia Urso

D'azzurro all'orso d'oro.

Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol. terzo, pag. 58, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1890.

Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome