Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Veardi, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Araldica della famiglia: Veardi
Corona nobiliare Veardi
I L. sparsisi nel Tortonese negli ultimi secoli del medioevo ed originari della Liguria, erano annoverati tra le famiglie che dal 1250 al 1500 avevano ottenuto dal Consiglio degli Anziani facoltà di commerci in Genova e nel territorio della Repubblica e i suoi membri ricoprivano in quel periodo importanti cariche pubbliche: Domenico fu podestà nel Lazio ed in Toscana nel 1364; Loro era anziano nel 1365, Antonio nel 1379, Francesco nel 1387, Giuliano nel 1425, un'altro Giuliano nel 1457; l'Antonio predetto andò podestà a Pera (Costantinopoli) ed un suo omonimo nominato ambasciatore a Milano nel 1472; Francesco nel 1505 è... Continua
console della Repubblica genovese a Siviglia. Appartenevano alla fazione degli artefici ghibellini; nel 1528 vennero ascitti al Libro d'Oro di quella nobiltà ed aggregati all'Albergo Grillo; le arme usate erano: Bandato d'azzurro e d'argento alla sbarra di rosso sul tutto; col capo d'oro all'aquila nascente coronata del campo e sbarrato d'oro e d'azzurro. La presenza dei L. a Sale è accertata da un istrumento di transazione tra l'abate di S.Marino di Pavia ed il parroco di S.Giovanni di Sale rogato in Lodi il 26 agosto 1430; tra delegati salesi intervenne Bernardo de L. e la ratifica della transazione stessa è sottoscritta da il 13 giugno 1431 da domino Petrus de L. sindaco di Sale e procuratore dei suoi amministrati. Nel 1505 Giovanni L. istituì nella predetta chiesa parrocchiale una cappella sotto il titolo dei SS. Biagio ed Antonio con relativo beneficio assicurato da 53 pertiche milanesi di terreno; nei registri comunali e catastali dal 1500 al 1670 si rilevano nei convocati della comunità vari membri della famiglia quali consiglieri di Sale e precisamente Biagio, Giuseppe e Giov. Battista. L'avv. Carlo Gregorio (nato 1745, dec. 1821) fu luogotenente prefetto di Tortona nel 1787. Fu suo figlio primogenito Biagio (n. 1794 Tortona, dec. Viguzzolo 5 dic 1841) che fu presidente del tribunale di Voghera Susa e Mondovì; senatore a Chambery (1825, Torino 1828), consigliere di stato (1831), reggente la grande cancelleria di Sardegna (1832) e presidente di classe nel senato di Casale (1838) fu creato conte il 31 marzo 1832 da lui nacque Francesco Maria, nato a Cagliari 16 marzo 1837, il quale fu riconosciuto nel titolo con D.M. 4 marzo 1900. Altro5; Antonio nel 1379; Francesco nel 1387.
Compra un documento araldico su Veardi

Stemma della famiglia: Veardi

Blasone della famiglia

Troncato, al primo d'argento all'aquila coronata di nero; al secondo scaccato di verde e d'argento.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook