Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Venerosa, provenienza: Italia

Titolo: Conti - Nobili
Araldica della famiglia: Venerosa
Corona nobiliare Venerosa La famiglia Agostini è ricordata nei documenti pisani fino dal XIII secolo, e nel 1644 dette un Priore alla Repubblica nella persona di Antonio di Nanni. In essa si estinsero rami delle nobili famiglie dei Fantini. Grassi, Della Seta e Venerosi, di cui Agostini volta a volta aggiunsero il cognome e inquartarono lo stemma. Hanno avuto cavalieri di S. Stefano, cominciando da Onorato di Lodovico, che vestì l'abito nel 1601. Nel 1745 Cosimo di Andrea, per successione nel fidecommisso istituto da Alemanno Venerosi dei conti di Strido, assunse il titolo comitale, e la R. Consulta Araldica, con Decreto presidenziale del... Continua21 ottobre 1870, riconobbe tale titolo, senza predicato. Gli Agostini sono ascritti al Patriziato di Pisa fino dal 27 maggio 1754. Andrea, Alessandro, Maddalena, Paola, Agostino di Alfredo-Cosimo di Andrea di Alamanno. Altro ramo. Originaria di Verona, la famiglia, che à dato molti anziani alla città di Pisa, ripeteva il titolo di conte da Carlomagno e vantava diversi privilegi imperiali a suo favore. La sua genealogia risaliva ad un Guido dei conti di Strido della Maremma toscana, il quale vivea nel 1150. Fra gli uomini illustri, merita di esser notato Brandaligio Venerosi che nella prima metà del XVIII secolo ebbe fama di distinto poeta. La famiglia Veronesi si estinse nel 1746 con Odoardo, fratello del poeta, e l'eredità insieme al cognome ed ai titoli, fu devoluta alla famiglia Agostini di Pisa colla quale era imparentata.
Compra un documento araldico su Venerosa

Stemma della famiglia: Venerosa

Blasone della famiglia

D'argento al leone di nero con la banda di rosso attrraversante sul tutto.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome