Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Zaballi, provenienza: Italia

Titolo: Conti
Araldica della famiglia: Zaballi
Corona nobiliare Zaballi
Alcuni autori ci trasmettono la leggenda che i membri della famiglia, anticamente chiamati Caballa, abbiano avuto origine nel Lazio e sostenuto in Roma dignità di questori, edili, pretori e senatori, abbiamo esercitato anche l'arte militare e siano emigrati in Sassonia al tempo dell'occupazione di Roma da parte dei Sassoni, passando poi al servizio dei Signori di Milano e di Verona. Non occorre prestar fede a questa tradizione, che non può in alcun modo documentarsi, per stabilire con certezza l'antica origine di questa famiglia che si diramò in ogni parte d'Italia e particolarmente a Verona, Padova, Venezia, Ferrara, Ravenna ed anche... Continua
in Piemonte. Un Giovanni, che si era stabilito in Baviera nel 1274 militò sotto le insegne del Visconti, Signore di Milano; fu padre di Nicolò e questi a sua volta generò Federico, generale di Alberto e Mastino della Scala, che stabilì in Verona un ramo della famiglia. Troviamo questo Federico nel 1336 podestà di Padova; suo figlio Giacomo, marito di Costanza della Scala, fece parte del Maggior Consiglio di Venezia ed i suoi discendenti resero grandi servigi alla repubblica veneziana che nel sec. XVIII li fregiò del titolo comitale. Dal suddetto Federico derivò anche il ramo della famiglia ascritta dal 1408 al 1797 al Consiglio nobile di Verona. Nicolò, defunto secondo il Crollanza nel 1390, fu padre di numerosi figli dai quali provengono i discendenti di Brescia. Tra i figli di Nicolò è da ricordare Giorgio o Giorio, consigliere dell'imperatore Venceslao V, che il 14 ottobre 1387 fu insignito della contea di Sant'Orso, nella diocesi di Vicenza, con trasmissibilità del titolo ai suoi eredi. Un Baldassarre il 9 gennaio 1436 chiese ed ottenne la iscrizione della sua famiglia alla nobiltà di Brescia. Sigismondo, di Nicolò, nel 1510 fu sotto provveditore delle milizie venete; Marino, di Sigismondo, fu nel 1536 capitano di Vicenza, nel 1543 ambasciatore presso la corte di Carlo V, nel 1560 ambasciatore a quella di Carlo IX di Francia, nel 1562 podestà di Padova, nel 1565 commissario sopra le differenze dei confini con gli imperiali nella Carnia, nel 1566 ambasciatore presso papa Pio V, poi in Costantinopoli presso Solimano, nel 1570 provveditore in Candia e nel 1571 riformatore dello studio di Padova. Sigismondo di Marino, fu ambasc571 partecipò alla battaglia di Lepanto ove morì.

Compra un documento araldico su Zaballi

Stemma della famiglia: Zaballi

Blasone della famiglia

Inquartato: al primo e quarto partito di rosso e di nero al cavallo d'argento, passante, bordato di nero; al secondo e terzo troncato di nero e di argento alla spada di rosso, posta in banda.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome