Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Zagnolo, provenienza: Italia

Titolo: Nobili
Araldica della famiglia: Zagnolo
Corona nobiliare Zagnolo Nei primi secoli del mille il luogo di Bagnolo, situato poco lungi da Pontecurone, era abitato da una ragguardevole comunità rappresentata da suoi membri ai Consigli comunali di Tortona e Voghera, e retta in signoria da una famiglia che del borgo assunse il nome; del castello esisteva ancora tempo addietro qualche rudere. Le prime notizie del casato si riferiscono ai beni donati il 15 dicembre 1120 da Alberto di Zagnolo e Uberto Capello per la fondazione di un ospedale alla Crocetta in territorio bagnolese; Brunone di Zagnolo, abate di Chiaravalle, ebbe parte preponderante nel mitigare le condizioni di resa... Continua

di Tortona (16 aprile 1155) con Federico Barbarossa che, dopo l'esodo della popolazione, consegnò la città all'odio dei pavesi per la sua distruzione; Brunone, esacerbato da tanta iniquità, morì di rammarico in breve tempo; il Cavagna Sangiuliani nel suo "Agro Veronese" annovera i Zagnolo tra le famiglie più antiche di Voghera viventi nei sec. XII-XIV; Otto di B. è teste in atto del 13 dicembre 1165 con cui il priore di S. Marziano di T. infeuda la corte di Salto ai Malaspina; il 7 gennaio 1170 i Signori Giraldo di B., Tedesio di Pontecurone e Marescotto del Borgo, tramite un loro procuratore , giurano di rispettare le ragioni e le buone consuetudini di Zagnolo; pertanto riteniamo di poter escludere la provenienza dei Zagnolo da Imola in Tortona nel 1191 come asserisce il Salice. Il 6 e 10 agosto 1196 la chiesa di S. Riccardo della Crocetta di Voghera accensa terreni a Giovanni Zagnolo; Pietro Zagnolo è teste in atto del 20 maggio 1208 con cui Mezzobello di Bosco dona frumento al monastero di Rivalta; lo stesso è teste pure in atto del 9 maggio 1215 relativo a vendita di diritti su terreni in Alzano al capitolo di Tortona; molti uomini di Castelnuovo Scr., tra i quali Guglielmo e Giovanni di B. il 25 e 26 ottobre 1221 giurano il cittadinatico al comune di Tortona; il notaio Pietro di B. roga dal 1223 istrumenti di compra e vendita di beni tra terzi ; nel 1233 i sindaci e procuratori del comune di Tortona, tra cui detto Pietro, acquistano il luogo, castello e giurisdizione di Novi dal marchese Bonifacio II di Monferrato; lo stesso è teste nella vertenza arbitrata il 20 agosto 1245 da Giacomo Pulvino in Tortona relativa alla proprietà detta "Isella " contestata dai Doglio di Ponzano acon altri due colleghi l'ordinanza con la quale Federico II stabilisce che la strada regia tra Tortona e Genova debba essere sempre libera, sgombra da qualsiasi impedimento; roga istrumento del 14 dicembre 1248 relativo a vendita di terreni in Volpeglino tra terzi, atto del 2 maggio 1255 con cui Robaldo Cova rinuncia all'abate di S. Marziano di Tortona ogni sua ragione su beni in territorio di Casei, e nel giorno stesso altro istrumento con il quale detto abate accensa terreni, sempre di Casei, a Palmerio Corvo.


Compra un documento araldico su Zagnolo

Stemma della famiglia: Zagnolo

Blasone della famiglia

Troncato: il primo di rosso, nel secondo d'oro allo spino secco al naturale, nodrito sopra un colle di verde, di tre vette. Lo scudo in petto all'aquila imperiale bicipite.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome