Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origine del cognome Zira, provenienza: Italia

Titolo: Marchesi
Araldica della famiglia: Zira
Corona nobiliare Zira Antica ed illustre famiglia, di cui notiamo un Gerardo, capitano di giustizia in Salemi; un Martino, vescovo di Cefalù per 12 anni celebrato dal Mongitore, dal Pirri e da Vincenzo d'Auria; un Antonino, pro-maestro notaro della Gran Corte; un Giuseppe, governatore della Tavola di Palermo, senatore della stessa città, e governatore del Monte di Pietà; un Nicolò, giudice della corte pretoriana di Palermo, giudice del Tribunale del Concistoro, della Gran Corte Criminale e di quella civile nel 1728, avvocato fiscale del tribunale del Real Patrimonio e di quello della Gran Corte, presidente del tribunale del Concistoro, morto in carica il... Continua18 maggio 1751; uno Stefano, giudice della corte pretoriana di Palermo, giudice della Gran Corte Civile del Regno, capo della giunta dei beni confiscati ai messinesi ribelli, avvocato fiscale del tribunale del Real Patrimonio nel 1700, presidente del tribunale del Concistoro, marito di Flavia Valdibella che portò in casa il titolo di marchese di San Giacinto; un Melchiorre, marchese di San Giacinto per investitura del 26 giugno 1726 e barone della tonnara del Tono di Sciacca per investitura dl 27 marzo 1733, governatore del Monte di Pietà di Palermo negli anni 1759, 1763, 1764, marito di Violante Marino e padre di Flavia, moglie di Casimiro Drago e Naselli marchese Drago (padre di Biagio marchese Drago marito di Maria Caterina Mango e Vanni dei marchesi di Casalgerardo) e di Stefano che, il 30 luglio 1782, ottenne investitura del titolo di marchese di San Giacinto, sposò Anna Valguarnera di Giuseppe marchese di Santa Lucia e fu padre, tra gli altri, di Ambrogio monaco cassinese e di Melchiorre, marchese di San Giacinto. La famiglia è iscritta genericamente nell'Elenco Ufficiale Nobiliare Italiano del 1922 col titolo di Marchese di S.Giacinto (maschio primogenito), in persona dell'ultimo investito Stefano (30 luglio 1782).
Compra un documento araldico su Zira

Stemma della famiglia: Zira

Blasone della famiglia

D'azzurro, alla colonna a base d'oro, sormontata da una mira d'argento.
Compra una riproduzione dello Stemma

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2015 - 2016 Heraldrys Institute of Rome