Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Origen del apellido Zorte, país de origen: Italia

Nobleza: Conti - Nobili
Heráldica de la familia: Zorte
Corona de la nobleza Zorte La famiglia Zorte, assai antica, è originaria di Torino. Il dottor Giovanni Zorte ebbe un figlio, Bartolomeo, dalla moglie Anna, la quale, rimasta vedova, si rimaritò con un Clemente, genovese, valoroso capitano di una compagnia di 100 moschettieri nella fanteria di Savoia (24 maggio 1628). Costui adottò il figlio, di primo letto, di sua moglie, Bartolomeo Zorte e fu capitano d'artiglieria e dei decurioni di Torino. Il 25 giugno 1687 egli acquistava dal conte Pierfrancesco Frichignono alcuni punti di Montanaro e ne era investito con titolo comitale il 31 maggio 1688. Discendono, da lui, una lunga serie di ufficiali valorosi... Continuará
e di gentiluomini di antica probità. Giuseppe, di Giacinto, di Paolo, di Clemente, di Giuseppe. Motto della famiglia: Virtute et vi. Altro ramo. Con R.R. Patenti del 1 maggio e del 7 agosto 1789 il re Vittorio Amedeo III concedeva i privilegi di cavalierato e di nobiltà a favore di don Giuseppe Zorte, professore di medicina nell'Università cagliaritana, e dei suoi figli e discendenti, per linea mascolina, in considerazione delle alte benemerenze, di cui aveva dato prova specialmente nella qualità di Archivista e di Consigliere nato della città di Cagliari. Ai maschi spettano i titoli di cavaliere e nobile con la qualifica di don; alle femmine quello di nobile con la qualifica di donna. Altro ramo: Emanuele, di Raimondo. Figli: Giuseppe, Raimondo, Maria. Fratelli: Giuseppe, dec. Tommaso. Figli di Giuseppe: Giuseppe, Emanuele, Cristina, Enrico. Figli di Tommaso: Mario e Giovanna. Altro ramo. Inveges riferisce questa famiglia oriunda francese. Il Rossi la dimostra in più luoghi italiana; ed il Mugnos Vespro la riporta in Mazzara; forse proveniente dal Milanese, poiché ricordasi un Ugone de Zortebus, barone sotto re Pietro I ed un Antonio sotto Federico II 1296. Altro ramo encomiato da monsignor Giovio esistette in Palermo, possessore della baronia di Tuzia feudo nobile col mero e misto impero. Un barone Vincenzo Zorte fu cavaliere aurato e due volte senatore di Palermo, secolo XVII. Altro ramo trovasi in Licata; ivi, infatti, vi è memoria di un Mario Zorte, marchese di Balsamo.

Comprar un documento heráldico de Zorte

Escudo de la familia: Zorte

Blasòn de la familia

Interzato in fascia: al primo di oro all'aquila di nero; al secondo d'azzurro ad un muro d'argento, mattonato di nero, merlato alla ghibellina; al terzo d'argento a tre bande di rosso.
Comprar Escudo de la familia

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome