EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens De Cesaris, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili - Conti - Signori
Heraldische Spur die Familie: De Cesaris
Krone des Adels De Cesaris
Famiglia originaria della Calabria, propagatasi in Sicilia e nelle Marche, il cui fondatore si ritiene sia quel Cesare, di Squillace (Calabria), vivente nell'anno 1150. Solo successivamente, alcuni membri di questa illustre Casa appaiono a Trento e a Castiglione D'Adda. Altro ramo. Antico casato, detto Cesari o De Cesari, veliterno, il quale, già in età medievale fu insignito dei titoli di Signori di Filettino (m.f.) e Conti di Velletri (m.). Successivamente, la famiglia passò in Siena, ma, dopo la caduta della Repubblica, pose dimora in Firenze. Ivi, i Medici furon soliti inviare, in segno di amicizia, alcuni De Cesaris in qualità di ambasciatori a Lucca, capitale di quello stato. In terra toscana la famiglia ebbe il titolo di Signori di Volterra (m.) e di feudatari del Castello di Strozzavolpe. Altro ramo. Antica e nobile famiglia originaria del Trentino. Domenico-Antonio, Principe-Vescovo di Trento, con diploma 25 Maggio 1748, creava nobili ereditari tridentini... Fortsetzung folgt
il suo consigliere Albino De Cesaris ed il di lui fratello Jacopo, dottore. Altro ramo. A Fossombrone risulta che sin dal 1300 la città passò dai famosi Malatesta da Rimini ai Marchesi C. De Cesarii. Nel 1420 la città viene divisa fra i Marchesi C. e i Conti di Montefeltro. E' solo nel 1630 che Fossombrone ritorna dopo qualche secolo di proprietà della Chiesa. Nell'arco di alcuni anni compresi tra il 1420 ed il 1450 un Antonio De Cesaris fu eletto Cardinale; mentre Nicolò, Conte di Montalbano, Barone di Tripie, risultava Governatore della Città di Messina. Questa illustre Casata vantò sempre in questo periodo anche un Tesoriere del Regno di Sicilia. Nell'anno MDCXXX, da S. S. il Pontefice Urbano VIII°, Giovanni Battista, viene insignito Commendatore di un'alta onorificenza Pontificia. Nel 1780 Libero Elio viene insignito del Titolo di Cavaliere del Sovrano Ordine Militare di Malta. Onorevoli ed illustri rappresentanti del casato: Prof. Orfelio, esperto restauratore in dipinti antichi, Accademico Latinitati Excolendae, Cavaliere Ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia, Gr. Cr. del Sovrano Ordine Ospitaliero di Malta OSY U.S.A. Fu egli insignito del Santo Padre Giovanni Paolo II, con la nomina di Commendatore dell'Ordine di San Gregorio Magno, il 24 giugno 1992. Altro ramo. Antonio, Protonot. Apost. e prof. di belle lettere nell'Università di Bologna nel XVII secolo, scrisse e pubblicò opere di vario argomento. Di questo ramo non si hanno più notizie, da remoto tempo. I cognomi così antichi, senza dubbio alcuno, rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle città che li hanno accolti; pare siano, infatti, molto riguardevoli i soggetti viventi di questa famiglia che, con tanto decoro, sostentano questo nobile cognome, che ha avuto vari soggetti illustri.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie De Cesaris

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: De Cesaris

Blasonierung die Familie

Troncato; al primo d'oro ai 5 gigli d'azzurro posti 2 e 3, al secondo fasciato ondato d'azzurro e d'oro.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook