EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Pandoldi, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Patrizi
Heraldische Spur die Familie: Pandoldi
Krone des Adels Pandoldi Famiglia patrizia, la quale trasse origine da Musco figlio di Giovanni viventi nel 1060, e fu ascritta ai sedili di Scala e di Trani. Fondò in Scala la chiesa di S. Andrea detta di Pondo presso il proprio palazzo, alla quale assegnò cospicue rendite. Ebbe fama di dotto giureconsulto Angelo de Pondo di Scala dottore in ambo le leggi, milite, consigliere, avvocato de' poveri e famigliare di Re Carlo II. Guglielmo fu assessore presso il giustiziere dell'Abruzzo nel 1292. In Scala questa famiglia si estinse nei Coppola verso al fine del XV secolo. Un ramo di essa erasi trapiantato nel XIII secolo in Trani e in Brindisi, e di là a Nardò ove si estinse nel XV secolo. Giovanniccio de Pando di Scala a fu maestro portolano e procuratore di Principato e Terra di Lavoro nel 1287 e quindi barone di Stingo nelle pertinenze di Brindisi nel 1292. Donato de... Fortsetzung folgt
Pando portolano in Manfredonia nel 1307. Barittimo eletto sindaco deputato della città di Trani nel 1372 per ottennere dalla Regina Giovanna II la riparazione del porto e delle mura di Trani.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Pandoldi

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Pandoldi

Blasonierung die Familie

Partito d'oro e di nero, alla fascia in divisa d'argento attraversante sul tutto
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook