EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Pettenelli, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldische Spur die Familie: Pettenelli
Krone des Adels Pettenelli
Da un'antica bibliografia stampata in Firenze dalla tipografia delle Murate nell'anno 1866, intitolato "Libro dei nobili veneti, ora per la prima volta messo in luce", come rilevasi dall'opera summenzionata la famiglia è originaria del Veneto. Aggregata al Consiglio nobile di Padova fin dal 1690, fu confermata nella sua nobiltà con sovrana risoluzione 1 febbraio 1821. Numerosi autori della famiglia descrissero eventi e personaggi, attribuirono ad essa varie origini senza alcuna valida attestazione. La moderna critica storica ha, sulla scorta sicura dei documenti, fatto ragione delle artificiose ricostruzioni genealogiche di quegli scrittori che, per compiacente spirito d'adulazione, pretesero far discendere questa famiglia da nobili e antiche prosapie come quella di altre famiglie. Il commendatore G.B. di Crollalanza, nella sua opera " il Dizionario Storico-Blasonico, opera che in vari decenni e con l'aiuto di altri storici ne ha rintracciato l'esistenza veritiera sulla scorta di documenti e ricerche effettuate nei secoli passati.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Pettenelli

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Pettenelli

Blasonierung die Familie

Spaccato nel primo di rosso al cane levriere passante d'argento; nel secondo trinciato d'azzurro e di verde.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook