Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Resenti, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldische Spur die Familie: Resenti
Krone des Adels Resenti Con deliberazione del 25 marzo 1602 Bartolomeo di Paolo fu dichiarato abile le arti maggiori agli uffizi comunitativi della città di Pescia. Il nipote ex figlio di detto Bartolomeo, Domenico di Antonfrancesco, fu il primo della famiglia a risiedere gonfaloniere, nel 1734, e un Simone, Anton Francesco e Vittorio, fratelli e figli del detto Domenico, furono iscritti nel Libro d'oro dei nobili di Pescia con decreto del 1° marzo 1773. Altro ramo. Furono del Consiglio nobile, ed avendo acquistato nel Friuli la contea d'Aviano, ne assunsero il titolo. Altro ramo. Fu ascritta all'ordine nobile di Udine nel 1751. Consta da una ducale del Doge Domenico Contarini del 2 ottobre 1666 che gli antenati si resero per più secoli benemeriti della Repubblica nel servigio militare, che Giovanni Paolo appartenne all'Ordine Gerosolimitano, e che Pietro-Maria fu dalla Repubblica decorato del grado di cavaliere di San Marco. Fu confermata nobile con sovrana risoluzione... Fortsetzung folgt26 ottobre 1822. Altro ramo. Antica e nobile famiglia di Legnago.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Resenti

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Resenti

Blasonierung die Familie

D'azzurro, all'aquila dal volo spiegato di nero, rostrata, membrata e coronata d'oro, tenente con l'artiglio destro una bilancia d'oro appesa di rosso.
Pesenti di Pescia. Fonte: "Raccolta Ceramelli Papiani" custodita presso l'archivio di stato di Firenze fasc. 6250.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook