1. Herkunft des FamiliennamensSalvario, Herkunftsland: Italia

    Adelsstand: Nobili
    Heraldische Spur die Familie:Salvario
    Krone des Adels Salvario Famiglia nobile messinese del XVIII secolo. Placido Dott. in S. Teologia e valente orratore, pubblicò per le stampe alcuni suoi panegirici, e morì nel 1647. Altro Placido fu governatore della tavola pecuniaria di Messina della parte dei nobili nel 1774 e console nobile del mare nel 1765. Di questa famiglia non si hanno più notizie. Dice il Galluppi nelle sue opere: Stato presente della nobiltà messinese (1881), stampato in Milano dal Bernardoni nel 1881; Nobiliario della città di Messina, stampato in Napoli nel 1878; L'Armerista Italiano, stampato in Milano nel 1872, della quale riferisce il Galluppi di antica e chiara nobiltà. I cognomi antichi in qualunque modo conservati rendono decoro non solo alle famiglie ma anche alle Città, che però credo, che questa fosse una di quelle cause, per le quali i romani vollero, che i suo cittadini avessero per figliuoli, se non veri, adottivi. Pare molto riguardevoli i soggeti... Fortsetzung folgt

    viventi di quella Famiglia che con tanto decoro sostentano questo così antico e nobile cognome che ha avuto uomini di Consiglio,e altri soggetti illustri.Il filo genealogico rigorosamente documentato di questa illustre ed antichissima famiglia la quale originaria della sicilia fa rimontare la sua origine a un personaggio la quale risulta in documenti storici dell'epoca, custoditi negli annali e archivi della medesima città di, ove ella dimorava come riporta il Filiberto o altri storici scrittori e ricercatori.


    Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Salvario

    Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

    Familien-Wappen:Salvario

    Familien-Wappen Salvario

    Blasonierung die Familie

    D'azzurro al monte di sei cime all'italiana d'oro al volo spiegato d'argento movente dalle due cime intermedie.
    Kaufen Familien-Wappen
    Heraldrys Institute on Facebook
©2016-2017 Heraldrys Institute of Rome