1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Sisci, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Conti
Heraldische Spur die Familie: Sisci
Krone des Adels Sisci Frà Cavalieri, che s'accompagnarono col Rè Alfonso Primo d'Aragona all'acquisto del Regno di Napoli, s'annovera Francesco S., nato di Nobilissima Famiglia del Regno di Valentia, e secondo altri di quello di Aragona, fù egli primieramente carissimo di Ferdinando Rè d'Aragona, col quale hebbe ad allevarsi fin della sua più tenere età. Indi crescendo nell'età, e nel sapere, e succeduto à quel Regno Alfonso suo figliuolo, fù di costui non men caro, che fusse stato à Ferdinando suo padre, poiche fù suo intimo Consigliere, e favoritissimo Cameriere, e acquistato per quello il Regno di Napoli, fatto castellano del Castello di Cosenza, Vicerè, e Capitan Generale, ò sia General Vicario dell'una, e l'altra Provincia di Calabria, e del suo valore, e prudenza servitii il medesimo Rè Alfonso in ogni altra maggiore, e più importante occasione così di pace, come di guerra, che occorresse ne i suoi tempi. Quindi fù dallo stesso inviato... Fortsetzung folgtAmabasciador al Duca di Milano Filippo Maria Visconte, ragguagliandolo della confederatione sequita fra esso Rè, e'l Pontefice Eugenio IV, e per l'istessa causa anche inviato alla Repubblica di Genova. Morto il Rè Alfonso servì Francesco con la medesima fede, e valore il Rè Ferdinando I suo figliuolo, contro del quale essendosi sollevati la maggior parte de' Baroni del Regno, e chiamato Giovanni d'Angiò figliuolo del Rè Renato, venutosene costui con potente esercito, e rivoltatosi perciò à suo favore, non meno la Calabria, che quasi tutto'l Regno, ridottosi Francesco dentro del Castello di Cosenza, lo difese si fortemente, e con tanto valore da' nemici, che nulla temendo un stretto, e formidabile assedio per lo spatio di sette mesi, e con estrema penuria de' cotidiani alimenti, con incredibil costanza, e fede il confermò al su Rè, fin'à tanto, che gli sopraggiunsero in suo soccorso, con buon numero de soldati Roberto Sanseverino, e Roberto Orsino ambidue famosissimi Capitani di quei tempi, i quali unitosi con Francesco S. scacciorono i nemici dall'assedio, e furono potissima cagionre di far ricuperar al Rè Ferdinando, non che la Calabria; ma il Regno tutto, del quale, e d'altri notabilissimi serviggi ricevuti, non dimostrandosi ingrato il Rè, gli fè dono del Contado d'Aiello posto nella medesima Provincia di Calabria, alla Regia Corte devolutSerre, Castelli tutti di numeroso vassallaggio, e grosse rendite; edificando egli poscia un Aiello un Castello, ò sia fortezza di spese più tosto da Regolo, che da privato Barone, fù di lei moglie Eufemia Vinitmiglia nipote di Giovanni Marchese di Geraci in Sicilia, e gran Contestabile del Re Alfonso, con la quale si fè padre di D.Paolo, e di D.Raimondo cavalier Gerosolimitano, e commendator di Valentia.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Sisci

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Sisci

Familien-Wappen Sisci

Blasonierung die Familie

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook