EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Smati, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Baroni - Marchesi - Nobili
Heraldische Spur die Familie: Smati
Krone des Adels Smati Un Pagano nel 1296 venne rimunerato dal re Federico d'Aragona di un feudo dopochè questi venne incoronato re di Sicilia. La di lui famiglia fu in seguito ascritta al patriziato di Taranto, di Potenza e di Cosenza. Nel 1720 un patrizio romano, a nome Iacopo, si stabiliva in Taranto e formò una nuova famiglia, la quale fu ascrita alla nobiltà con diploma di re Ferdinado IV nel 1759. I rappresentanti delle due famiglie, Francescantonio, che aveva in moglie Francesca Maggio, e Iacopo suddetto che si era disposato alla nobile Giuseppa Cavaselice, per distinguersi fra loro aggiunsero al proprio il cognome delle rispettive loro consorti. Acquistarono la baronia di Levrano. Altro ramo. Il notaio Stefano Amanzi in un rogito del 1537 ricorda un Antonio. Non abbiamo in Roma memorie più antiche di questa famiglia certamente di origine napoletana. Ad essa appartenne Giovanni degli Amati Vescovo in p. i. e Canonico di... Fortsetzung folgtSan Giovanni Laterano (1977). Nel 1585 coi rogiti di Curzio Saccocci notaio fece testamento Geronima Capizucchi nobile romana moglie di. Altro ramo. Originaria di Napoli, fu trapiantata in Ferrara nel 1051 da un Ferdinando gentiluomo della Contessa Matilde. Un Enrico nel 1101 fu Marchese di Mantova, eletto da Guelfo VII; un Ferdinando II fu nel 1179 capitano del popolo di Ferrara; un Ferdinando III da Azzo IX fu mandato Marchese a Verona; e un Ferdinando V a Faenza da Niccolò II. Altro ramo. Da Roccasecca, ov'ebbero origine da un Antonello, si trasferirono a Napoli sul finire del secolo XVIII. Nel 1419 la Regina Giovanna II li creò baroni di Schiavi. Nel 1820 Francesco I di Napoli dette il titolo di Marchese a Felicei, nel quale successe il nipote ex frate Giuseppe. Altro ramo. Famiglia estinta che à dato alla patria diciannove decurioni. Originaria di Cremona. Altro ramo era originaria di Padova.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Smati

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Smati

Blasonierung die Familie

Inquartato: al primo e quarto d'azzurro al camoscio saliente sul versante destro di una montagna rocciosa, al naturale; al secondo e terzo trinciato d'oro e di nero, il primo ad una mezza scala di nero con quattro piuoli a destra, posta in banda.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook