1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Tempischi, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Marchesi
Heraldische Spur die Familie: Tempischi
Krone des Adels Tempischi Originaria di Querceto presso Castelfiorentino. Ser Benedetto di Tempo notaro della Signoria nel 1357, ambasciatore a Gubbio nel 1349 e a Pistoia nel 1350; Gianfrancesco-Antonio, domenicano, famoso professore di lingue orientali; Luigi, elelto senatore nel 1698, ottenne nel 1716 il titolo marchionale sopra le sua tenuta del Barone: Luca, di lui figlio, fu Arcivescovo di Nicomedia, Nunzio in Portogallo e Cardinale di S. R. Chiesa nel 1753. Con Benedetto, fratello del precedente, si spense nel 1770 la famiglia Tempi. Tali sono i principii, che da sopracitati Autori si diedero a questa famiglia, ma per esser questo fatto assai remoto, e d'historia molto lontana, lasciamo perciò a più eruditi delle sacre antichità, e dell'historie l'investigarne il suo certo principio. Quel che però di certo habbiamo, è che la casata per la loro antichità, e splendore, e per virtù militare, carrichi così laicali, come Ecclesiastici, e per ogno altro preggio di Cavalleria... Fortsetzung folgt

nobilissimi si scorgono, e crebbero un tempo in tanto numero, e furono sì magnifici, e generosi nelle fabbriche, e in edificar palaggi, e ville per loro habitatione in detta Città, che per ciò diedero il nome ad una intiera comarca, e strada detta fin hora della casata.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Tempischi

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Tempischi

Blasonierung die Familie

D'azzurro, alla pianta di rovere, d'oro, movente dalla punta dello scudo, sormontata a destra da una cometa d'argento, con la coda ondeggiata in fascia verso sinistra. (Rinnovato 1923).
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook