1. Herkunft des FamiliennamensVallonga, Herkunftsland: Italia

    Adelsstand: Nobili
    Heraldische Spur die Familie:Vallonga
    Krone des Adels Vallonga Famiglia di Saragozza che si trasferì a Cagliari nella seconda metà del secolo XVII con il dottore Martino, giudice della Reale Udienza. Nel 1694 il dottore Martino ottenne il cavalierato ereditario e la nobiltà e nel 1698 fu ammesso allo stamento militare durante il parlamento Montellano. Della famiglia non si hanno più notizie nella prima metà del secolo XVIII. Trà le più antiche, e illustri famiglie che dalla Francia, e dalla Spagna che fiorirono in tempo de Regi Francesi della Carolea, e delle case reali Spagnole, Aragona, Castiglia e altre, visse con splendore questa famiglia, d'onde ella poi sotto auspici militari, è governi passò in italia, e nelle varie regioni, Regioni opulenti di tutte l'humane grandezze. Ne è nota l'origine della famiglia e questo induce a supposizioni che offrano la possibilità di promuovere richerche da cui trarre notizie attendibili. Passarono nei secoli trascorsi con vari Rè alla conquista delle... Fortsetzung folgt
    terre del Regno d'Italia molti Signori, e Cavalieri Francesi, e Spagnuoli; i quali, dopo la vittoria da quel Rè ottenuta, venendo dal medesimo rimunerati di Stati, e di ricchezze, diedero vita a una prosapia e si stabilirino con loro abitazioni in castelli, o torri murate, e parti del Regno, in ricompensa de'loro servizi militari;fra' quali questa famiglia.

    Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Vallonga

    Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

    Familien-Wappen:Vallonga

    Familien-Wappen Vallonga

    Blasonierung die Familie

    D'azzurro a tre fasce d'argento.
    de Angelis di Napoli,Matera e Tropea.Citato in "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I,pag.45-46,compilato dal Comm.G.B.di Crollalanza,edito presso la direzione del giornale araldico,Pisa 1888.
    Kaufen Familien-Wappen
    Heraldrys Institute on Facebook
©2016-2017 Heraldrys Institute of Rome