EU Unsere Cookies: Wir Sie, dass diese Website Verwendung von technischen und statistischen Cookies einschließlich Dritte Cookies macht. Sie können die Nutzung durch eine entsprechende Einstellung Ihrer Browser-Einstellungen Cookies hemmen. Privacy.
No Ich akzeptiere nicht
Ja, Schließen Warnung.
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Zabia, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili
Heraldische Spur die Familie: Zabia
Krone des Adels Zabia Tralasciando i Discorsi Accademici, e le Dicerie Romanzesche, che non fanno a prospsito per quell'Opera, verò alle prove, formando sodi argomenti, per concludere che la Gente Fabia sia Toscana, e abbia le prime radici in Roma. Il fatto di Romulo nella fondazione di Roma ce lo prova; poiche avendo questo sentore dell'esperimentato valore del Cavaliere Celere Q. Fabio, lo elesse suo compagno per si alta e grave impresa, a cui appoggiò la carica di Soprintendente del suo pensiero, la quale assistè con tutto lo spirito; e tanto più abbracciò l'Impresa, quanto l'essere esule dalla sua Patria lo constringeva. Dato di mano all'opera con l'esercitarvi tutta l'aurtorità, fu avvertito, che Rome fratello di Romulo si burlva di esso: onde assendo Fabio Cavaliere risentito, e scordandosi, della fratellanza, di Romulo, le risposte con la spada in mano, e dopo d'avergli rappresentato la carica, che teneva di Preside, e Duce, gli tirò colpi... Fortsetzung folgttali, che non potendo Remo riparargli, vi lasiò miserabilmente la vita; per il cui caso Fabio non potendosi ricoverare nella sua Patria, ritirossi in Assisi, della cui famiglia se ne vedono fin' ad oggi le memorie intagliate in più Macigni. Del cui caso ne ferive Nasone nel lib. z. de' Fatti: Vivum quemdam, exulem Hetruria Romam venisse, cumus opera Romulum, Remum fos existimnt cum de imponendo Vbi nomin contenderent. Questo attirbuisce la causa dell'omicidio, ma non facendo ciò a proposito nostro; si tralascia, solo provandolo Toscano, il che oltre a gl'Autori ce ne fa piena notizia quella Pietra gentilizia che trovò Monsig. Fransc. Maria Piccolomini Vescovo di Pienza, che fece ad Asina lunga Terra della sua Diocesi centro la Chiesa Maggiore di detta Terra, che avendo scrupolo divederla dentro la fece levare, e collocare per di fuori nella facciata di detta Chiesa nella quale hanno incise le seguenti parole. Q. Fabio Aequiti Celeri Aretino. Non è gran cosa, che in questa Terra già soggeta agli aretini, e signoreggiata nei primi tempi dalla famiglia Fabia, che insieme con la fam. Licinia consorte dominava tutta la Valle di Chiana, fosse eretta la sopra scritta lapide, per eternare la memoria di così famoso Cavaliere, e Duce; e fu esso la cagione, che conseguì poi per tutta la famiglia il dominio e consolato di Roma, come il Panuino de An e del Scipione in memoria di quel famoso Scipione fratello di Q. Fabio, che furono ambedue figliuoli di L. Paullo, come riferisce Gruchoi de Comitijs lib.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Zabia

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Zabia

Blasonierung die Familie

Di azzurro ad una spada di argento manicata di oro accompagnata da due corone d'oro, una in capo e l'altra in punta.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook