Heraldrys Institute of Rome
Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español
  1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Herkunft des Familiennamens Chisillieri, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Marchesi
Heraldische Spur die Familie: Chisillieri
Krone des Adels Chisillieri Derivarono nel secolo XI dai cattani di Sala e si diramarono nel XV a Roma, a Ferrara, a Vicenza, non che al Bosco dell'Allessandrino. Seguirono la parte guelfa, ressero le patrie magistrature dal secolo XII in poi sostenendo la senatoria trecent'anni, e noverando cento settantasei anziani. Nel secolo XIII ebbero trenta servi; nel XVII il titolo di conti, poi quello di marchesi. Assai volte andarono fuori a trattare negozi del Comune od a regger città. Militarono in Palestina nel 1188, per Carlo Re di Napoli nel 1248, per la Spagna nella Fiandra nel 1572, pei Veneziani capitanando una galera i Turchi nel 1589. Vanta oltre duecento uomini illustri fra' quali un Michele che fu Papa col nome di Pio V elevato dopo morte all'onor degli altari col titolo di Santo; il Beato Francesco fu Abate dei Canonici Regolari; Guido uno dei primi poeti in lingua volgare e dei quattro celebrati... Fortsetzung folgtda Dante; Antonio monaco cluniacense e poi Vescovo. Motto della famiglia: Justitia omnium dominatrix. Lo stemma della famiglia Chisillieri è: Bandato di rosso e d'oro. Cimiero: La figura della giustizia.
Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Chisillieri

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Chisillieri

Familien-Wappen Chisillieri

1 Blasonierung die Familie Chisillieri

Bandato di rosso e d'oro. Cimiero: La figura della giustizia.

Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook