1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Suche Nachnamens

Herkunft des Familiennamens Di Majo, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Duchi - Nobili
Heraldische Spur die Familie: Di Majo
Krone des Adels Di Majo Originaria di Tramonti, infeudata di Pago, Castellaccio e Salatro. Fu ascritta al patriziato napoletano, al seggio di Montagna, ricevuta dal 1546 nel S. M. O. di Malta e decorata del titolo di duca di S. Pietro dall'anno 1718 e marchese sul cognome al 4 maggio 1754. Ultimo intestatario feudale col detto titolo di duca di S.Pietro nel cedolario di Principato Citra fu il 17 giugno 1789, Carlo Maria Amalio Durazzo, succeduto al fratello patruele Gennaro, morto l'11 aprile dello stesso anno. Al detto Carlo Maria successe nei titoli il figliuolo Nicola, padre di Giulio, alla cui morte, avvenuta il 22 aprile 1893, i detti titoli passarono alla figliuola primogenita Costanza, sposata al nob. Giulio de Vito Piscicelli, e di poi, alla morte di questa, avvenuta il 29 gennaio 1911, furono con RR. LL. PP. 13 ottobre 1912, riconosciuti alla nob. Maria de la Tour en Voivre, figliuola della nobile Ernesta,... Fortsetzung folgt

sorella secondogenita di detta Costanza, sposata al nob. Domenico dei marchesi Avati. Con D.P. 8 nov. 1925, il nob. Pio Avati, figliuolo degli anzidetti Domenico e della duchessa di S. Pietro Maria de la Tour en Voivre è stato autorizzato per anticipata successione materna ad usare il titolo di duca di S. Pietro. Motto della famiglia: A cruce salus. Altro ramo. Fiorì di questa famiglia, giusta il Villabianca un Giuseppe di M. rettore dell'ospedale di s. Bartolommeo 1723, e dell'opera di Navarro 1739.


Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Di Majo

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Di Majo

Blasonierung die Familie

D'azzurro a un porticato di 5 archi d'argento, movente da un terreno di verde.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook