Heraldrys Institute of Rome
Language Heraldrys Institute of Rome in Italiano Heraldrys Institute of Rome in English Heraldrys Institute of Rome em Português Heraldrys Institute of Rome auf Deutsche Heraldrys Institute of Rome en Español

Herkunft des Familiennamens Donadia, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Nobili - Conti - Cavalieri
Heraldik die Familie: Donadia
Krone des Adels Donadia
Antico casato piacentino, di chiara ed avita virtù, il quale, nel 1817, nella persona di un Giuseppe Antonio, ottenne la nobiltà ereditaria con il titolo di Conte. La presenza del motto, inoltre, nella bibliografia documentata della famiglia Donadia, ci conferma una ancor più avita nobiltà, raggiunta dalla stessa. Motto della famiglia: Pax donum dei. La famiglia levò per arme. D'oro, all'olivo fruttato al naturale; col capo d'azzurro alla colomba d'argento. Altro ramo. Antica famiglia, originaria del Regno di Napoli, propagatasi, nel corso dei secoli, in diverse regioni d'Italia. Tal casato, inoltre, al dir di illustri genealogisti, venne, verosimilmente, fregiato del... Fortsetzung folgt
cavalierato, in seguito alla partecipazione, sotto i vessilli aragonesi, connotata da un'elevata maestria d'armi, di un Filippo Maria, sotto i vessilli di Carlo I d'Angiò, alla battaglia di Benevento, nel febbraio del 1266. Ma, d'altronde, la famiglia, sempre, riuscì a distinguersi, grazie agli elevati personaggi, a cui diede i natali. Tra questi, senza nulla levar al valore degli omessi, ricordiamo: orberto e Antonio, notai, viventi in Napoli, nel 1534; Mariano, valoroso uomo d'armi, il quale combatté per Carlo V contro i Veneziani; Luigi, maestro di campo, vivente in Capua, nel 1561; Luca, notaio, vivente in Capua, nel 1563; Michele, distintosi nella difesa di Malta contro i Turchi, nel 1565; Orlando, milite dei corazzieri del re Filippo II di Spagna; dott. Pietro, Regio Notaio, vivente in Napoli, nel 1598; D. Lorenzo, canonico, teologo e commissario apostolico, vivente in Napoli, nel 1604; Giuseppe, dottore in "utroque jure", vivente in Avellino, nel 1623; Battista, medico e saggista, vivente in Napoli, nel 1645; Gio. Battista, protomedico alla Corte Napoletana, vivente nel 1645; Rodolfo, il quale servì il re di Spagna durante la rivolta di Masaniello del 1647; Cav. Leonardo, dottore in "utroque jure", vivente in Napoli, nel 1676; Antonio, notaio, vivente in Avellino, nel 1699; Piero, consigliere di Alfonso I d'Aragona; Giulio Maria, dottore in ambo le leggi, vivente in Napoli, nel 1763; P.D. Michele, Priore nel Monastero di San Nicola Tolentino, dal 1823; D. Salvatore, revisore d'armi del Regio Esercito del Regno delle Due Sicilie, in Poggioreale, nel 1855. Altro ramo. Antico e nobile casato piemontese, con residenza in Cuneo, detto Donadei o Donadio, il quale risulta fregiato del titolo di Conti di San Marcello. Inoltre, uno Spirito Maria, dottore in giurisprudenza, nel 1727, fu investito di punti giurisdizionali di 23 giorni ogni due anni sopra Sala di Monferrato. La famiglia levò per arme. Colomba al naturale in volo su azzurro - albero di olivo sradicato al naturale su rosso. Motto della famiglia. Donante deo. Altro ramo. Nobile famiglia, originaria dell'Emilia-Romagna, detta Donadeo o Donadio, la quale, con diploma 4 Dicembre 1853, venne creata nobile, da Carlo III Duca di Parma. La famiglia levò per arme. D'argento, al braccio armato al naturale, movente dal fianco sinistro, guantato d'oro, impugnante una bandierola a fiamma d'azzurro, a tre gigli d'argento, uno accanto all'altro, svolazzante a sinistra, col capo cucito d'oro, all'aquila di nero, sostenuto da una fascia gomenata, o ritorta, d'azzurro. Che i membri della famiglia Donadia siano noncuranti delle cose volgari, ripromettendosi dalle sole loro energie la dovuta ricompensa, lo provano i documenti fino ad oggi conosciuti, come il "Dizionario Storico-Blasonico", del commendatore G.B. di Crollalanza, che ne ha raccolte le tracce lasciate dalla famiglia in quelle città ove ebbe dimora ricoprendo cariche legislative, militari o altro, contribuendo non poco alla riuscita di quei documenti utili alla scoperta di questa famiglia.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Donadia

Familien-Wappen: Donadia

Blasonierung die Familie

D'oro all'olivo sradicato e fruttato, il tutto al naturale, col capo d'azzurro alla colomba d'argento.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook