1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Suche Nachnamens

Herkunft des Familiennamens Elmassa, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Baroni - Nobili
Heraldische Spur die Familie: Elmassa
Krone des Adels Elmassa Famiglia spagnola, che, primieramente, pose piede in suolo italiana, trapiantandosi nella città di Ventimiglia, da cui si distaccò un ramo, per trapiantarsi nel regno di Napoli, al tempo di Carlo d'Angiò, il quale, nel 1274, concesse ad un Restagno Elmassa il feudo di S. Giorgio, con titolo baronale. Sappiamo, inoltre, che, nel 1555, Giacomo, nobile napoletano, era in possesso del feudo baronale di Casavetere e Francavilla, ed Agostino, dopo essere stato riconosciuto nel 1715 cittadino e nobile napoletano, conseguiva nel 1731 la nobiltà riminese, e l'anno seguente quella della Repubblica di S. Marino, nel 1750 otteneva il riconoscimento della nobiltà napoletana, e nel 1765 entrava in possesso del feudo di Pescasseroli col titolo di barone e col diritto del mero e misto impero, in principio del XV secolo un ramo della famiglia napoletana Elmassa si trapiantò in Sorrento, e nel 1785 fu ricevuto nell'Ordine di Malta. Bernardino, frate francescano, fu... Fortsetzung folgt
cappellano e familiare del Re Roberto nel 1339; Cesare, condottiero negli eserciti di Carlo V, si trovò alla presa di Carmagnola nel 1537, fu quindi consigliere di guerra, e nel 1546 militò in Germania contro il Duca di Sassonia ed il Langravio di Assia; Carlo Vescovo di Venafro nel 1690; Renato Vescovo di Rimini nella prima metà del XVIII secolo. Altra famiglia mediante diploma del 22 sett. 1503, Guido Ubaldo I duca d'Urbino, creando cavaliere aurato Martino di Lorenzo da Sansepolcro (Arezzo), concedette a lui e ai suoi successori in perpetuo la signoria della Massetta con le ville di Pagno, Tivo e Casalecchio, signoria che venne poi esercitata dalla famiglia con titolo comitale. Da quest'investitura ebbe origine la consuetudine d'aggiungere al nome di famiglia il suffisso "della Masetta" o "della Massa"; anzi col tempo tale consuetudine si generalizzò talmente che il predicato feudale finì per sostituire il cognome, e furono necessarie una sentenza del tribunale di Forlì in data 31 lug. 1909 e un'altra di quello di Brescia in data 20 ott. successivo per autorizzare l'uso del duplice cognome in luogo di quest'ultimo solo. Nel 1814, avvenuta la restaurazione del governo pontificio, il feudo della Massa e suoi annessi era in possesso dei conti Carlo Francesco, cav. di S. Stefano, e Giulio Cesare. Arme della casata. D'azzurro ai tre monti d'oro al naturale uscenti dalla punta sormontati da un leone del medesimo impugnante una mazza ferrata al naturale, il capo d'azzurro ad una crocetta di rosso bordata d'oro accompagnata da due stelle(8) d'oro. Alias. D'azzurro, alla lettera majuscola M d'oro, fiorata, sostenente uno scudetto d'argento, alla clava o mazza di rosso, la pannocchia in alto, esso scudetto sovrapposto a tre bandiere impugnate, una, in mezzo, di cavalleria, ossia guidone di rosso, al crescente d'argento, le altre, ai lati, di fanteria, bianche e rosse, tutte fustate d'argento; ed a quattro aste d'armi d'argento, decussate, due per parte; la lettera M sostenuta da due leoni d'oro, appoggiati con una delle zampe sulle volute delle sue aste esteriori.

Kaufen Sie eine heraldische Dokument auf Familie Elmassa

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Elmassa

Blasonierung die Familie

D'azzurro ai tre monti d'oro al naturale uscenti dalla punta sormontati da un leone del medesimo impugnante una mazza ferrata al naturale, il capo d'azzurro ad una crocetta di rosso bordata d'oro accompagnata da due stelle(8) d'oro.
Kaufen Familien-Wappen

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2016 - 2017 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook