1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Suche Nachnamens

Suchergebnis:
Fine - Fini - (Italia) BaroniFine (Deutschland) Adelsfamilie - RitterFineigell (Deutschland) Adelsfamilie - RitterFineisen (Deutschland) Adelsfamilie - RitterFineiser (Deutschland) Adelsfamilie - RitterFinella (Italia) Nobili Finelli (Italia) Nobili

Herkunft des Familiennamens Fine, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Baroni
Variationen: Fini
Heraldische Spur die Familie: Fine
Variationen: Fini
Bestellen Sie jetzt Ihr heraldisches Dokument
Krone des Adels Fine
Di origine alemanna, e scesa in Italia si fermò primieramente nel Bergamasco ove edificò un castello il quale fu addimandato Fino dal cognome dei suoi signori. Si vuole appartenesse a questa famiglia S. Fino martire che si venera nella terra d'Arona nel Milanese. Al tempo delle fazioni, distrutto il castello Fino, questa famiglia riparò alla Corte di Giovan Francesco Pico signore della Mirandola, da dove un Ludovico passò in Ferrara segretario di Alfonso I. Abbandonata anche quest'ultima città, prese stanza in Trieste ov'ebbe il titolo baronale, l'aggregazione ai nobili del regno di Ungheria e la nobiltà patrizia della provincia del Cragno. Giovan-Francesco Fino si distinse nella difesa del castello, borgo e territorio di Chersano. Giulio luogotenente del presidio della fotezza di Gradisca. Lo stemma della famiglia Fine è: Inquartato; nel primo e quarto di nero, al leone d'argento avente in bocca un trifoglio dello stesso, con la coda biforcata ...
... Fortsetzung folgt

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:

Familien-Wappen: Fine
Variationen: Fini

Bestelle jetzt dein edles Familien-Wappen
Familien-Wappen Fine

1 Blasonierung die Familie Fine

Fine o Fini di Bergamo e Trieste. Fonte: "Dizionario storico blasonico delle famiglie nobili e notabili italiane estinte e fiorenti" vol.I, compilato dal Comm. G.B. di Crollalanza, edito presso la direzione del giornale araldico, Pisa 1888.

Inquartato; nel primo e quarto di nero, al leone d'argento avente in bocca un trifoglio dello stesso, con la coda biforcata in croce di S. Andrea; quello del primo rivoltato; nel secondo e terzo di rosso, alla fascia d'argento accompagnata da 3 gigli dello stesso, due in capo ed uno in punta; sul tutto uno scudetto d'oro, all'aquila di nero; sulla punta fra il terzo e quarto, d'azzurro all'ancora di...

Kaufen Sie jetzt die professionelle historische heraldische Forschung des Ursprungs Ihres Familiennamens
Loading...

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2017 - 2018 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook