1. Home
  2. Suche Nachnamens
  3. Suchergebnis
  4. Herkunft des Familiennamens

Suche Nachnamens

Suchergebnis:
Zatti - Zati - (Italia - Sicilia) Nobili - Marchesi
Zati (Italia) Marchesi - NobiliZatica (España) Señores - Caballeros - Familia NobleZatini (Italia) Nobili - Cavalieri - Conti Zato (España - Francia) Señores - Caballeros - Familia NobleZato (Italia) NobiliZaton (España - Francia) Señores - Caballeros - Familia NobleZatornil (España - Francia) Señores - Caballeros - Familia NobleZatorre (España - Francia) Señores - Caballeros - Familia NobleZatrilla (España - Cataluña) Señores - Caballeros - Familia NobleZatrillas - Zatrillas - (Italia) MarchesiZatrillas (Italia) Marchesi - Nobili

Herkunft des Familiennamens Zati, Herkunftsland: Italia

Adelsstand: Marchesi - Nobili
Heraldische Spur die Familie: Zati
Bestellen Sie jetzt Ihr heraldisches Dokument
Krone des Adels Zati
Fiorì secondo riferisce il Mugnos, nobilissima in Firenze la famiglia Zati così detta da una antica villa nella Toscana. Altri la vuole derivata dalla famiglia Alberti; ma il Rubberto de Geronimo, scrittore della nobiltà fiorentina, le dà origine da quel Zato nativo della Turingia valoroso capitano dell'imperatore Ottone, col quale passò in Italia nel 940, fermandosi nella Toscana. Nel farsi il secondo cerchio delle mura di Firenze nel 1313, Giovanni volle a proprie spese farne costruire 155 braccia in prossimità delle sue case. Filippo fu uno dei più ricchi negozianti del suo secolo, e tenne casa bancaria in Parigi, dove morì nel 1338. Ottennero il priorato nel 1438, e da quell'anno al 1525 dettero 17 priori alla patria e due gonfalonieri, Nicolò di Simone, cittadino influentissimo, essendo dei Dieci nel 1500, ebbe incarico di trattare la dedizione degli abitanti di Collecchio nell'anno seguente fu rettore dello studio fiorentino, commissario per ...
... Fortsetzung folgt

Bitte für weitere Informationen oder Fragen zögern Sie nicht, kontaktieren Sie uns:
Familien-Wappen Zati

1 Blasonierung die Familie Zati

Zati o Zatti della Sicilia. Fonte bibliografica del Blasone: "Il blasone in Sicilia" di V. Palizzolo Gravina, Forni Editore Bologna.

Diviso: d'oro e di nero con due catene poste in croce di S. Andrea dell'uno all'altro, e dell'uno nell'altro.

Kaufen Sie jetzt die professionelle historische heraldische Forschung des Ursprungs Ihres Familiennamens
Loading...

Heraldrys Institute of Rome on Facebook

Heraldrys Institute on Facebook
© 2017 - 2018 Heraldrys Institute of Rome

Social Network

Heraldrys Institute on Facebook